143 le spiagge accessibili in Sardegna – Perchè due sole Bandiere Blu?

0
441

SardegnaGli assessori dell’Ambiente e del Turismo, Giuliano Uras e Sebastiano Sannitu, commentano l’assegnazione di due sole Bandiere Blu alla Sardegna da parte della Fondazione per l’educazione ambientale. "Esprimo stupore ma anche disincanto verso un’iniziativa che ogni anno si ripete con un copione già scritto – dice Sannitu – e disconosciamo l’autorevolezza e la scientificità delle scelte in quanto non basata su criteri oggettivi". L’assessore dell’Ambiente, Uras, ribadisce: "Il riconoscimento delle Bandiere Blu certifica unicamente lo stato dell’ambiente costiero delle località che ne hanno richiesto la certificazione alla Fee, Fondazione dell’educazione ambientale, e non rappresenta in nessuna maniera una valutazione sulla qualità dell’ambiente e la gestione del territorio costiero della Sardegna".

 "L’Isola è una delle poche regioni italiane che nel 2009 ha registrato un trend positivo di arrivi e presente turistiche – continua Sannitu – questo dimostra che il nostro appeal è assolutamente fuori discussione e che le poche Bandiere Blu ci portano fortuna. Oltretutto – aggiunge – l’applicazione dei requisiti che stanno dietro l’assegnazione dei riconoscimenti continua ad essere dubbia. Se, come spiegano dalla Fondazione, le ragioni fondamentali che giustificano la Bandiera sono la qualità delle acque e l’accessibilità delle spiagge, in proposito riteniamo di non essere secondi a nessuno. Faccio sapere alla Fee che il nostro portale di promozione Sardegnaturismo.it è uno dei pochissimi in Italia ad avere una sezione dedicata ai diversamente abili, a chi accede in spiaggia con bambini e a tutti coloro che hanno particolari difficoltà di deambulazione. In Sardegna su un totale di circa 560 spiagge – conclude Sannitu – quelle accessibili da tutti sotto ogni punto di vista, tutte indistintamente con acque pulitissime sono 143. L’elenco è disponibile online. Questa è la realtà che la Fee non vuole vedere".

  "Tutte le nostre località costiere beneficiano del significativo impegno dell’assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente a favore delle politiche attive di tutela del patrimonio costiero della Sardegna", prosegue Uras, "la nostra Regione persegue in maniera rigorosa l’attività di controllo della qualità ambientale e promuove, inoltre, una sistematica azione di educazione nei confronti dei cittadini e dei turisti". Infine spiega l’assessore dell’Ambiente: "Siamo l’unica regione d’Italia che si è dotata di un organismo di protezione delle aree costiere, la Conservatoria delle Coste, che garantisce la tutela e la salvaguardia per lo sviluppo sostenibile".

Sotto è riportato l’elenco delle spiagge a cui sono state assegnate le Bandiere Blu edizione 2010  da parte della Fee (la Fondazione per l’educazione ambientale):

– SARDEGNA (2): Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge Spalmatore (Olbia-Tempio).

– PIEMONTE (2): Cannero Riviera (Verbania); Cannobio (Verbania)

– FRIULI VENEZIA GIULIA (2): Grado (Udine); Lignano Sabbiadoro (Gorizia)

– VENETO (6): San Michele al Tagliamento – Bibione, Caorle, Eraclea – Eraclea mare, Jesolo, Cavallino Treporti, Venezia – Lido di Venezia (tutte in provincia di Venezia)

– LIGURIA (17): Camporosso, Bordighera (Imperia); Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazza (Savona); Chiavari, Lavagna, Moneglia (Genova); Lerici, Ameglia – Fiumaretta (Lerici)

– EMILIA ROMAGNA (8): Comacchio-Lidi Comacchiesi (Ferrara); Lidi Ravennati, Cervia (Ravenna); Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro mare (Forlì-Cesena); Bellaria Igea Marina, Rimini, Cattolica (Rimini)

– TOSCANA (16): Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio (Lucca); Pisa-marina di Pisa-Tirrenia-Calambrone; Livorno-Antignano e Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina, marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Riotorto-Piombino: parco naturale della Sterpaia (Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto);

– MARCHE (16): Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo (Pesaro-Urbino); Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana (Ancona); Porto Recanati, Potenza Picena – Porto, Civitanova Marche (Macerata); Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio, Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno);

– LAZIO (5): Anzio (Roma); Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga, Gaeta (Latina)

– ABRUZZO (13): Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina (Teramo); Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto, San Salvo (Chieti)

– MOLISE (1): Termoli (Campobasso)

– CAMPANIA (12): Massa Lubrense (Napoli); Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone e Capitello, Pollica-Acciaroli Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare, Sapri (Salerno)

– BASILICATA (1): Maratea (Potenza)

– PUGLIA (8): Rodi Garganico (Foggia); Polignano a Mare (Bari); Ostuni-Marina di Ostuni (Brindisi); Castellaneta, Ginosa-Marina di Ginosa (Taranto); Castro Marina, Melendugno, Salve (Lecce)

– CALABRIA (4): Cariati-Marina di Cariati (Cosenza); Cirò Marina-Punta Alice (Crotone); Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria)

– SICILIA (4): Fiumefreddo di Sicilia-Marina di Cottone (Catania), Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa (Ragusa); Menfi (Agrigento)

Comments

comments