Agroalimentare, Il Presidente Cappellacci e l’assessore Cherchi tengono a battesimo il ‘Marchio di qualità’

0
401

Passi avanti verso il riconoscimento della qualità dei prodotti agroalimentari della Sardegna. Il Presidente della Regione Ugo Cappellacci, durante la presentazione a Villa Devoto del Marchio di Qualità Agroalimentare della Sardegna, ha specificato che questa azione ‘è utile per tutelare e valorizzare il patrimonio rappresentato dalla qualità della vita e dell’identità sarda’.

Un concetto condiviso ’assessore dell’Agricoltura Oscar Cherchi che ha aggiunto: ‘La Sardegna è apprezzata per le sue eccellenze in molti settori. Fra questi, l’agroalimentare è una carta vincente, ma che bisogna saper giocare con abilità’. Al Concorso di idee per la realizzazione grafica del marchio hanno partecipato 203 ‘creativi’, 60% dei quali residenti in Sardegna.

Tre elaborati si sono classificati al primo posto a pari merito e si sono aggiudicati un premio di 10.000 euro ciascuno. Fra i finalisti, la Giunta regionale ha scelto di adottare quello di Flavio Gola, di Sanluri. Il marchio è rappresentato graficamente da una ‘Q’ di colore rosso con quattro cerchi neri che richiamano immediatamente il simbolo dei mori della bandiera sarda con la scritta ‘Qualità Sardegna’ su sfondo verde, a ricordare la campagna e i suoi prodotti.

La Regione ha così già acquisito i diritti di proprietà e di utilizzazione del marchio, che sarà concesso alle imprese che rispetteranno i disciplinari che fissano i criteri di produzione dei prodotti più caratterizzanti dell’identità agroalimentare sarda. Per la predisposizione dei disciplinari saranno creati appositi gruppi di lavoro composti da tecnici dell’assessorato dell’agricoltura e delle agenzie agricole.

Sarà messo a punto il regolamento d’uso del marchio e compiuti tutti i passi per arrivare entro la fine dell’anno all’utilizzo completo del ‘Marchio di qualità dei prodotti agroalimentari della Sardegna’. Fra questi, la predisposizione delle linee guida per l’elaborazione degli stessi disciplinari e l’individuazione delle filiere produttive interessate dal sistema di qualità della Sardegna.

Comments

comments