Agroalimentare, la Regione avvia l’iter di riconoscimento IGP per i ‘Culurgiones’

    0
    253

    L’assessorato dell’Agricoltura ha ufficialmente dato il via alla procedura di riconoscimento del marchio di Indicazione Geografica Protetta (IGP) per i Culurgiones. Uno dei prodotti più caratteristici della tradizione culinaria sarda avrà quindi, al termine dell’iter burocratico, l’attestazione ufficiale europea che garantirà i consumatori sulla provenienza d’origine e sugli standard qualitativi della prelibata pietanza.

    Per individuare una denominazione che tenesse conto dell’uso di diversi caratteri grafici e per mantenere lo stesso suono fonetico della lingua sarda è stata indispensabile la collaborazione di un esperto linguista.

    Anche nel resto d’Europa quindi i ‘Culurgiones’ verranno chiamati così, con piccole varianti, come del resto succede nella nostra stessa isola (kulurgiones, culurgionis, curingionis, kulurjones).

    Per quanto riguarda la tutela del prodotto è stato necessario individuare l’area di produzione.

    Inizialmente l’attenzione della Regione e dei produttori si era concentrata sulla sola Ogliastra, ma a seguito di accurate indagini territoriali la zona è risultata più estesa, fino a comprendere alcuni comuni limitrofi.

    “C’è voluto un anno di lavoro – sottolinea l’assessore Oscar Cherchi – e numerosi incontri tecnico-amministrativi tra il Comitato promotore della IGP, l’Assessorato, Agris e Laore, per definire tutta la documentazione tecnica, storica, giuridica e socio-economica, per la creazione del dossier previsto dalla normativa europea per la richiesta del riconoscimento del marchio, ma il cammino è ormai avviato e prevediamo che entro il prossimo anno i ‘Culurgiones’ avranno il meritato riconoscimento europeo”.

    Comments

    comments