Alluvione 2008: stanziati 77 milioni

0
409

La Giunta regionale ha stanziato 77 milioni di euro per la messa in sicurezza delle zone colpite dalle alluvioni del 2008 (11 milioni dei quali sono fondi ministeriali. La parte principale dei finanziamenti saranno utilizzati per prevenire analoghi disastri). Trentacinque milioni destinati per la sola Capoterra. Gli interventi verranno predisposti per la messa in sicurezza dei bacini idrografici della zone colpite dalle alluvioni che hanno colpito Capoterra, Sarcidano, Campidano e Ogliastra lo scorso anno.

Dei 77 milioni di euro 35 milioni di euro sono destinati a Capoterra, 25m ilioni solo per la sistemazione del Rio San Girolamo che causò la tragedia, gli altri per il Rio Pardu Pelau a Cardedu. Quote minori invece sono riservate alla ricostruzione di opere pubbliche cancellate o danneggiate. 40 milioni di euro sono stati stanziati per la realizzazione di tutta una serie di opere pubbliche sollecitate da 190 comuni in tutta l’isola.

Le somme, stanziate per riparare i danni causati dall’alluvione del 22 ottobre dello scorso anno, saranno gestite da un gruppo operativo ad hoc, costituito dai rappresentanti dell’Ufficio di presidenza della Regione, dagli assessori regionali ai Lavori Pubblici, all’Ambiente e all’Urbanistica e dai tecnici del Comune di Capoterra.

Il Gruppo Operativo martedì 20 ottobre 2009, esaminerà anche il Piano di Riassetto Idrogeologico da cui dipenderanno gli interventi. "I primi lavori partiranno entro la fine dell’anno, – assicura l’assessore regionale ai Lavori Pubblici Angelo Carta – per consentire agli abitanti di trascorrere un inverno sereno. Ma per la completa messa in sicurezza della zona – aggiunge Carta – servono almeno altri 40 milioni di euro".

Intanto si è costituito il "Comitato per la messa in sicurezza di Capoterra", che denuncia: "A un anno dalla tragica alluvione del 22 ottobre, il nostro territorio si trova ancora esposto ai pericoli che eventi meteorologici, anche di minore intensità, possono provocare. Ad oggi – prosegue il Comitato – si registra una totale assenza di piani, progetti e opere che possano quantomeno attenuare il rischio idrogeologico".

Comments

comments