Alluvione Messina – Come aiutare

0
550

Per la raccolta di risorse finanziarie destinate alla gente colpita dall’alluvione a Messina è stato istituito, dal Comune, il conto corrente postale : IBAN IT 91Y0102016598000300034781, C.C.P. N. 14063986 – intestato al Comune di Messina – Servizio Tesoreria – specificando la casuale: «pro-alluvionati». Il Comune rende noto che dopo la fase di emergenza non occorre più portare indumenti ed abiti al centro di raccolta Protezione civile comunale, in via Acireale. Servono solo prodotti per l’igiene personale che possono essere consegnati anche direttamente negli alberghi ove sono ospitati gli sfollati. Resta sempre valida la richiesta di prodotti per i bambini, pannolini, latte in polvere ed omogeneizzati, da consegnare solo al Centro di raccolta e smistamento.

– La Fondazione Bonino Pulejo e la Gazzetta del Sud lanciano una sottoscrizione tra i lettori per le famiglie delle vittime dell’alluvione di Messina.
Codice Iban IT 25 F 03223 16500 000600021892 (presso Unicredit Private Banking SPA filiale 7585 Messina), intestato a Fondazione Bonino Pulejo e alla Gazzetta del Sud.

– Il Banco di Sicilia ha aperto un conto corrente per fare donazioni. E’ già possibile contribuire alla raccolta di fondi con versamenti sul seguente conto corrente:
c/c n. 350350350 intestato “Vittime alluvione in Sicilia”. (Codice Iban: IT54R0102004600000350350350).

– La Caritas di Catania ha attivato un conto corrente Banco Posta:
IBAN IT95N0760116900000011105954, causale “alluvione a Messina”, o con bollettino C/C 11105954; intestato a: Arcidiocesi di Catania – Caritas Diocesana, causale “Alluvione a Messina”.

Punti di raccolta nelle zone limitrofe di Messina:
– Raccolta vestiario al Capopeloro Resort Torre Faro accanto il bar Lumachina.
– Da Salvatore Schifani: “Altro punto di raccolta villagio Le Dune, Mortelle.”
– Da Loredana Foti: servono Vestiario e scarpe – Centro raccolta “C.I.R.S. ONLUS Via XXIV Maggio, scalinata Mons. Francesco Bruno, accanto Palacultura.
– Da Cristina Emme: “Per chi volesse fare volontariato: recarsi presso il Resort Capo Peloro (accanto alla Lumachina oppure all’albergo Le Dune), chiamare il numero 338 3380985 e chiedere di Marina Pisana“
– Il Circolo Arci “Thomas Sankara” di Messina esprime la sua solidarietà per le vittime del nubifragio e indica la sede del Circolo in via Campo delle Vettovaglie (ex Mercato Ittico), come luogo di raccolta per indumenti, alimenti e medicine, per gli sfollati. Per informazioni: Circolo Arci “Thomas Sankara” di Messina, via Campo delle Vettovaglie, tel. 090 6413730, http://arcisankara.blogspot.com, e-mail [email protected]
– Istituito dal Partito dei Comunisti Italiani un altro punto di raccolta per indumenti e prodotti alimentari in favore delle persone colpite dal terribile nubifragio di Messina degli scordi giorni: è stato organizzato presso la stessa sede del PdCI, sita sul Viale Giostra n.5, Isolato 491/A.

– Parte una raccolta di beni di prima necessità a favore degli sfollati presso La CasaMatta della Sinistra, in via San Paolo dei disciplinanti, 21 ogni giorno dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.00; tel. 090 2006044.
– La Cisl di Messina e l’Anolf rispondono all’appello lanciato dalla Protezione Civile per affrontare l’emergenza per i bisogni primari delle popolazioni coinvolte nella tragedia dell’alluvione. Dal 4 ottobre, il punto di raccolta sarà presso la sede della Cisl di Messina, in viale Europa 58, angolo viale San Martino.
– Il team Maserluc e l’associazione Marco Polo 2003 hanno avviato una raccolta di materiale scolastico e giochi per bambini nella sede di via Marco Polo 147, tel. 3493967680.
– L’Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) rinnova l’invito alla cittadinanza a donare il sangue per tutti i feriti che dovessero averne bisogno. Per informazioni: Avis Comunale di Messina, via Ghibellina, 150, I, 98123, telefono 090 674521, fax 090 6411569, e-mail [email protected], sito Internet www.avismessina.org.

Anche il Sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, particolarmente colpito dalla tragedia delle popolazioni del messinese, ha dichiarato: "La tragedia che ha colpito le popolazioni del Messinese non può lasciarci indifferenti. Interpreto i sentimenti di solidarietà e vicinanza verso le popolazioni colpite che i catanesi sentono nei confronti dei loro conterranei. Catania, la storia lo racconta, ha dimostrato grande attenzione e generosità durante il terremoto avvenuto a Messina nel 1908 prodigandosi verso i fratelli messinesi anche ospitandoli. Lancio per questo un appello a sottoscrivere una donazione ognuno, secondo le proprie possibilità, come segno tangibile di vicinanza verso chi è stato colpito dall’immane disgrazia di questi giorni".

Su disposizione del sindaco Raffaele Stancanelli il Ragioniere Generale si è attivato mettendosi in contatto con i vertici del Banco di Sicilia per disporre l’apertura, già dal prossimo lunedì, di un conto corrente bancario in cui sia possibile donare il proprio contributo economico.

Comments

comments