Sanità – Liori: “33 milioni per l’ammodernamento tecnologico delle azienda sanitarie”

0
871

Trentatré milioni di euro per l’ammodernamento tecnologico delle aziende sanitarie regionali. E’ il contenuto della delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore della Sanità Antonello Liori. Si tratta di fondi europei (Asse II del POR FESR 2007/2013) previsti per "l’ammodernamento tecnologico delle strutture ospedaliere con particolare riferimento all’alta diagnostica, alla radioterapia oncologica ed al potenziamento dei centri di eccellenza".

"Fondi che sarebbero andati persi – ha spiegato Liori – a causa dell’errata destinazione stabilita nella delibera dell’ottobre 2008, che rendeva impossibile la realizzazione degli interventi per il vincolo sulle zone a bassa densità di popolazione. Però, grazie all’intervento degli uffici dell’assessorato nei confronti dell’Autorità di gestione, è stato possibile ottenere dalla Commissione Europea la modifica del POR FESR, prevedendo la possibilità di effettuare interventi di alta tecnologia in zone urbane e quindi la rimodulazione degli interventi. Perdere questo finanziamento europeo sarebbe stato gravissimo perché difficilmente si sarebbe trovata adeguata copertura nelle ordinarie fonti di finanziamento regionale."

Dopo la consultazione con le Aziende sanitarie, sulla base delle proposte e delle risorse già assegnate alle aziende per il medesimo obiettivo, si è arrivati alla seguente distribuzione del finanziamento:Asl 1 di Sassari: 1.905.600 euro; Asl 2 di Olbia: 5.940.000; Asl 3 di Nuoro: 2.000.000; Asl 4 di Lanusei: 1.500.000; Asl 5 di Oristano: 1.700.000; Asl 6 di Sanluri: 750.000; Asl 7 di Carbonia: 1.680.000; Asl 8 di Cagliari: 5.696.400; Azienda "Brotzu": 3.600.000; AOU Cagliari: 3.765.000; AOU Sassari: 4.480.000.

"Siamo riusciti a soddisfare le esigenze di territori fino ad ieri trascurati – ha sottolineato l’assessore Liori – rispondendo coi fatti a chi ci accusa di ‘cagliaricentrismo’. In particolare, abbiamo tenuto conto della necessità di dotare le Aziende sanitarie sarde di ecografi di ultima generazione Perciò, ho proposto di destinare una parte dei fondi all’acquisto di ecotomografi di alta fascia per vari tipi di esami. Ne acquisteremo cinque attraverso un’unica gara ad evidenza pubblica in unione d’acquisto che avrà come capofila l’Asl 8 di Cagliari. Una risposta fondamentale non solo per accelerare i tempi delle visite e diminuire quindi le liste d’attesa, ma anche migliorare la qualità dell’assistenza e della sanità isolana nel suo complesso."

Comments

comments