Approvata la direttiva che disciplina apprendistato

    0
    146

    La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore del Lavoro Francesco Manca, ha approvato la direttiva 2010 che disciplina gli aspetti formativi dei contratti di apprendistato professionalizzante. La delibera dà seguito al protocollo d’intesa, denominato “Linee di indirizzo per la programmazione delle azioni di sistema e formative per l’apprendistato nella regione Sardegna”, siglato il 29 giugno scorso con le parti sociali e datoriali (e recepito con delibera del 6 luglio), che contiene le linee guida per la formazione nell’apprendistato. 
    La sigla del protocollo è stata particolarmente rilevante per l’adesione dei rappresentanti delle più significative parti sociali e datoriali dell’Isola. Tutti i firmatari avevano convenuto di considerare lo strumento dell’apprendistato come principale canale d’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro, secondo percorsi di qualità utili a valorizzare ed accrescere le competenze delle persone e sostenerne la produttività nel lavoro.

    “Per sviluppare in Sardegna le diffuse potenzialità dell’apprendistato  – ha affermato l’assessore Manca – e favorire, nel contempo, la piena operatività degli indirizzi contenuti nel protocollo d’Intesa, è necessario ridefinire il modello gestionale per la formazione nell’apprendistato attraverso il rafforzamento del ruolo dell’impresa quale soggetto con “capacità formativa”.

    Le linee guida sulle quali sarà ridefinito il modello per la formazione nell’apprendistato sono: il rafforzamento del ruolo dell’impresa quale soggetto con ‘capacità formativa’; il sostegno all’erogazione della formazione formale agli apprendisti nelle piccole imprese; la valorizzazione del ruolo di tutor aziendale; lo snellimento degli adempimenti formativi relativi ai contratti di apprendistato professionalizzante; la valorizzazione del ruolo degli enti bilaterali cui sono attribuite funzioni significative nell’ambito dell’apprendistato; infine, la previsione di “azioni di sistema”, tra le quali l’istituzione del ‘Repertorio regionale dei profili formativi dell’apprendistato’, il monitoraggio e la valutazione delle attività realizzate e un’incisiva azione di sensibilizzazione e promozione dello strumento.. 

    “A partire dall’apprendistato professionalizzante – ha concluso l’assessore Manca – e a seguire con le altre tipologie contrattuali per garantire il diritto-dovere di istruzione e formazione e di alta formazione, ci sono tutti i presupposti per il rilancio dell’apprendistato in Sardegna. Considerato l’alto livello di concertazione di tutti i soggetti interessati è lecito attendersi una forte risposta sia in termini occupazionali che di solidi percorsi formativi”.

    Comments

    comments