Arriva il Sistri e i rifiuti speciali diventano “trasparenti”

0
428

Da qualche mese è attivo, per iniziativa del Ministero dell’Ambiente, il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), per permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per la Regione Campania.

Il Sistri gestisce in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato come quello relativo alla gestione dei rifiuti, con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell’illegalità. Non a caso la gestione del Sistri è stata affidata al Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente. Il sistema, inoltre, semplifica procedure e adempimenti, riducendo così i costi per le imprese. 

La normativa che regola il SISTRI prevede l’iscrizione di specifiche categorie di soggetti, individuando quelli per i quali l’iscrizione è obbligatoria, e gli altri, per i quali è facoltativa. Il Ministero dell’Ambiente dedica al Sistri un ricco e aggiornato sito, dove sono presenti tutte le informazioni per chi vuole saperne di più. Tra i documenti scaricabili quelli relativi ai due decreti ministeriali del dicembre 2009 e del febbraio 2010 che regolano il Sistri.

 

Comments

comments