Arte Sardegna – Seicento e Settecento

    0
    206

    Mentre non si hanno – salvo rare eccezioni – opere ascrivibili al Rinascimento, la fusione tra il tardo-gotico e lo stile rinascimentale ha prodotto in Sardegna una serie di opere del tutto peculiari.

    Ne sono esempio a Sassari la cupola della Cattedrale e nel meridione dell’isola la cappella del Rosario della chiesa di S. Domenico a Cagliari, la cappella di S. Maria nella parrocchiale di Serramanna e la chiesa di S. Sebastiano a Escalaplano.Il barocco si esprime in due correnti, una di derivazione spagnola e l’altra di gusto più tipicamente italiano. Alla prima appartengono la chiesa di S. Michele a Cagliari e la facciata della Cattedrale di Sassari. In stile barocco italiano fu effettuata la ricostruzione della Cattedrale di Cagliari e la costruzione delle nuove cattedrali di Ales e di Oristano (1733), oltre alla chiesa dei Servi di Maria a Sassari (1709). Nella seconda metà dei secolo gli architetti piemontesi edificarono la chiesa del Carmine di Oristano (1785), quella di S. Anna.a Cagliari (1785-1817) e la Parrocchiale di Sanluri.

    Comments

    comments