Asinara: Conservatoria delle Coste presenta iniziative per sviluppo sostenibile

    0
    284

    L’affidamento del servizio di ristorazione a Cala d’Oliva nell’isola dell’Asinara e le altre iniziative di valorizzazione progettate dalla Conservatoria delle Coste, agenzia che fa capo all’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente, saranno presentate venerdì 18 novembre a Porto Torres nei locali della sala Filippo Canu. La Conservatoria delle Coste, su mandato dell’assessore regionale all’Ambiente Giorgio Oppi, ha avviato una procedura aperta per la gestione di un’attività di ristorazione tipica nel borgo di Cala d’Oliva. Tra gli immobili nella disponibilità della Regione Sardegna, sono stati individuati i locali dell’ex spaccio di Cala d’Oliva in quanto il loro uso nel tempo come rivendita di derrate alimentari e di consumazione ne ha suggerito il perpetuarsi dell’attività in una nuova chiave interpretativa. Per questo motivo, a breve, nell’ex Spaccio potrà dunque sorgere un ristorante con piatti tipici e di qualità destinato ai tanti escursionisti che visitano l’Asinara.

    Alcuni spazi saranno dedicati anche alla degustazione di vini e altri prodotti del territorio dell’area vasta del Golfo dell’Asinara in una logica di filiera corta e per una piccola rivendita di specialità enogastronomiche. L’obiettivo è trasformare il borgo di Cala d’Oliva in un punto insediamento ricettivo dell’isola, offrendo la possibilità di creare uno sviluppo turistico nell’isola.

    Gli atti di garanzia che orienteranno la scelta del contraente per lo svolgimento del servizio ristorativo verteranno principalmente sulla qualità della proposta progettuale e di gestione che sarà presentata. Le finalità che l’Agenzia Conservatoria delle Coste in qualità di amministrazione concedente intende perseguire con l’apertura al pubblico di un locale per l’erogazione del servizio di ristorazione riguardano i seguenti punti: la valorizzazione del territorio; la promozione delle risorse dell’ambiente marino e costiero, l’orientamento e la responsabilizzazione dei visitatori del Parco, la scoperta della storia e della cultura del territorio ed in particolare della sua offerta enogastronomica.

    I termini della gara, inizialmente previsti per il 24 Novembre 2011, saranno estesi al 16 Dicembre 2011, considerate le condizioni di mal tempo di questo periodo e le relative difficoltà ad effettuare i sopraluoghi con i concorrenti interessanti.

    Coloro che intendono partecipare alla gara dovranno quindi far pervenire le proprie offerte, pena l’esclusione, entro le ore 13 del 16 dicembre 2011. L’affidamento del servizio ristorazione rappresenta solo il primo passo di una strategia integrata che la Conservatoria delle Coste sta portando avanti insieme all’Ente Parco Asinara, il Comune di Porto Torres e agli altri enti territoriali e locali per lo sviluppo turistico sostenibile dell’isola.

    Per quanto riguarda gli altri immobili presenti nel borgo di Cala d’Oliva, nella disponibilità dell’Agenzia,seguiranno nei prossimi mesi specifiche procedure ad evidenza pubblica con l’obiettivo della realizzazione di un albergo, di un centro diving, di un ittiturismo e di altri servizi connessi. Parallelamente l’Agenzia lavora per la valorizzazione dell’ex diramazione di Trabuccatoche prevede da una parte la pubblicazione,a brevissimo termine,di un bando di concorso di progettazione per la realizzazione e la gestione di un Centro velico eco-sostenibile e dall’altro un progetto di recupero dell’azienda vitivinicola, in attiva sino agli anni ’70 con varietà prevalentemente locali, in collaborazione con l’Agenzia regionale LAORE e con l’Ente Parco.

    Comments

    comments