Bandiera blu per i comuni di Castelsardo, La Maddalena, Oristano, Palau, Quartu Sant Elena e Santa Teresa

    0
    904

    Poetto

    Il premio internazionale di qualità ‘Bandiera blu’ (giunto alla 26esima edizione) è stato assegnato oggi a Roma dalla Fee (Fondazione per l’Educazione Ambientale), a sei spiagge sarde (‘Ampurias’ di Castelsardo, ‘Punta Tegge Spalmatore’ di La Maddalena, ‘Torre Grande’ di Oristano, ‘Sciumara’ di Palau, ‘Poetto’ di Quartu Sant’Elena e ‘Sa Rena bianca’ di Santa Teresa).

    In Italia sono 131 le localita’ costiere e 61 gli approdi turistici a cui è stata assegnata la Bandiera Blu 2012, per un totale di 246 spiagge. Sono state premiate le localita’ le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti dopo le analisi degli ultimi 4 anni dell’Arpa. Ai fini della premiazione e’ stato dato particolare rilievo all’attivita’ di educazione ambientale e gestione del territorio svolta dalle amministrazioni per promuovere un turismo sostenibile.

    “Mi congratulo vivamente con i comuni di Castelsardo, La Maddalena, Oristano, Palau, Quartu Sant’Elena e Santa Teresa, che si fregeranno nel 2012 del vessillo di qualità ‘Bandiera blu’, per il loro impegno convinto nel mantenimento degli elevati standard richiesti dai disciplinari della Federazione per l’Educazione ambientale. Si tratta di un grande successo per la Sardegna, anche in considerazione del fatto che il numero delle località sarde gratificate del prestigioso riconoscimento è in continua crescita, da due nel 2010 a cinque l’anno passato, sino a sei quest’anno, con le novità assoluta di Palau Vecchio per la spiaggia di Sciumara e la conferma di tutte le altre cinque ‘bandiere blu’ del 2011”.

    Così l’assessore regionale del Turismo Luigi Crisponi ha espresso la sua soddisfazione per il premio internazionale di qualità ‘Bandiera blu’ assegnato alle sei spiagge sarde, complimentandosi con le amministrazioni comunali premiate. “È la testimonianza – ha aggiunto l’assessore Crisponi – della crescente attenzione verso un turismo sostenibile e di qualità dell’Isola; in modo specifico, verso la qualità delle nostre acque marine, in questo senso la Sardegna non teme confronti con nessuno e può vantare una limpidezza e un valore complessivo dei siti balneari ‘da primato mondiale”.

    Comments

    comments