Benzina – Ma quanto mi costi?

0
506

"Rispetto a maggio 2009 la stangata per le famiglie è di ben 469 euro in più, anche a causa dell’aumento dell’IVA". La denuncia è di Federconsumatori che aggiunge "E’ urgente intervenire con l’applicazione dell’accisa mobile e delle misure previste dal protocollo. “La situazione relativa ai prezzi dei carburanti, come denunciamo da tempo, sta diventando fuori controllo.” – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti.
Come abbiamo affermato appena ieri, infatti, da gennaio 2010 a questa parte, le ricadute per gli automobilisti a causa dei continui rincari ammontano a ben 288 Euro annui tra costi diretti ed indiretti.

Ma, facendo lo stesso conteggio su base annua (da maggio 2009 a maggio 2010), l’ammontare dei rincari diventa addirittura terrificante: +264 Euro per corsi diretti e +205 Euro per costi indiretti, per un totale di 469 Euro in più per ogni automobilista.

Di non poco conto è anche il conteggio relativo ai maggiori introiti derivanti dalla tassazione: a causa delle variazioni dell’IVA sono di +4 centesimi per la benzina e di +3 centesimi per il gasolio, pari cioè (vista la grande quantità di erogato) a 64 milioni di Euro al mese per la benzina e di 75 milioni di Euro al mese per il gasolio.

Da tutto ciò si evincono tre elementi estremamente importanti:

1.   L’incredibile stangata per le famiglie;

2.   L’urgenza dell’applicazione immediata delle misure previste dal protocollo per una modernizzazione del settore dei carburanti (tetto settimanale agli aumenti, commissione di controllo sulla doppia velocità, apertura della vendita attraverso il canale della grande distribuzione) ;

3.   Lo spazio per l’introduzione, finalmente, dell’accisa mobile, con una riduzione immediata di almeno 3-4 centesimi dell’accisa stessa, in attesa delle riduzioni ottenibili dalla realizzazione del protocollo.    
 

Comments

comments