Cappellacci ad Alghero

0
334

La Regione interviene sulle problematiche della città e del  territorio e ‘’per la prima volta un presidente della Regione fa una visita ufficiale, insieme a quasi tutta la Giunta, non per una manifestazione o una cerimonia, ma per confrontarsi con i rappresentanti della Comunità sui problemi, cioè sulle cose che riguardano la vita di tutti i giorni dei cittadini, fissando priorità e impegni condivisi. Un approccio del tutto nuovo di cui ringraziamo di cuore il presidente Cappellacci’’. L’ha sottolineato il sindaco di Alghero Marco Tedde  nel corso dell’incontro a Sant’Anna.

Tedde ha ricordato che alcune delle tematiche in discussione sono già oggetto del Protocollo d’Intesa Istituzionale firmato il 19 aprile 2007  dalla stessa Regione, dalla Provincia e dai Comuni di Sassari, Alghero e Porto Torres, come la situazione dei beni demaniali della Borgata di  Fertilia e il progetto di riuso ai fini turistici, l’ex cotonificio  di via Marconi, in attesa del trasferimento al patrimonio comunale, il programma  di riutilizzo del comparto agricolo di Surigheddu e Mamuntans,  per il quale occorrono progetti prioritari e risorse. I temi sul tavolo riguardano anche la Sogeal e le problematiche ad essa legate, in primo luogo la situazione finanziaria di estrema gravità in cui versano i bilanci della Spa. “La ricapitalizzazione non è perseguibile da parte degli Enti titolari di quote azionarie – ha detto –   e ciò costringerebbe la Regione a ricapitalizzare con opzioni”. Il Porto di Alghero, altro argomento, ha la necessità di un provvedimento legislativo “che – ha detto il Sindaco a Cappellacci –  la precedente giunta regionale non ha voluto emanare e che avrebbe consentito al Comune di Alghero, nell’ambito di un sistema di gestione misto, di governare  l’infrastruttura”. Il Polo ospedaliero è un altro tema:  si è fatto il punto sullo  stato dell’iter riguardante la realizzazione del nuovo ospedale della città. Il Comune ha già individuato l’aera in cui dovrà sorgere la struttura, la Regione parrebbe aver finanziato le  risorse necessarie. Ma è indispensabile, in attesa della realizzazione del nuovo polo ospedaliero,  rendere funzionale l’Ospedale Civile di Alghero attraverso  lavori di riqualificazione e adeguandolo  alle esigenze del territorio con l’approntamento dei  servizi di cui è carente. Il Palazzo dei Congressi, ancora, deve essere ultimato. Per la sua gestione gli Assessori della precedente Giunta, Mannoni e Sanna, avevano promesso uno stanziamento di 500 mila euro, mai concretizzato, prevedendo anche una bozza di convenzione per l’utilizzo temporaneo a favore del Comune di Alghero. Oggi la pratica si trova presso gli uffici dell’Assessorato agli Enti Locali, a cui spetta anche inserire il bene negli elenchi del Demanio regionale. L’Amministrazione ha inoltre chiesto al Governatore Cappellacci  un intervento a favore della rinascita dell’Ex Hotel Esit, magari attraverso la procedura del project financing che ipotizzi la cessione della struttura al fine di realizzare un hotel a 5 stelle, prevedendo come contropartita la costruzione della nuova  scuola alberghiera, attualmente ospitata nella struttura di Piazza Sulis.  E ancora, l’area del Centro Storico in cui si trova la Casa di Giuseppe Manno. Il sindaco e la giunta hanno chiesto a Cappellacci di dare continuità al progetto di recupero che il Comune di Alghero sta attuando. Oltre ai 550 mila euro previsti per una prima parte dell’intervento, occorrono ulteriori finanziamenti per completare la grande opera di riqualificazione. Un intervento e’ stato sollecitato anche sul Mercato del primo Pescato nel porto di Alghero, con ulteriori finanziamenti per il completamento della struttura, e nei riguardi dell’Area Marina Protetta Capo Caccia – Isola Piana  e Parco regionale di Porto Conte,  due realtà dalle enormi potenzialità per lo  sviluppo economico del territorio.

Comments

comments