Aula consiliare occupata dal centro sinistra

0
315

Cagliari 20 dicembre  2010 – Dichiarazione di Luciano Uras: “Difendiamo le  entrate. Si all’unità dei sardi, no alla subalternità a questo Governo nord-centrico.”    
“Abbiamo occupato l’aula su una questione chiara come il sole, sulla quale vi è poco da  dire. Poco da ricamare. Il Governo rifiuta di adempiere alle leggi che impongono il trasferimento del dovuto alle casse regionali sulla base delle compartecipazioni fiscali che valgono – ad oggi  – due miliardi e 300 milioni. Ossigeno per una economia devastata dalla crisi come quella sarda.

 E’ incredibile scoprire che per avere ciò che tutti, amministratori locali, sindacati, associazioni dell’impresa, Giunta regionale e opinione pubblica dicono sia un diritto violato, non si promuova una battaglia istituzionale unanime di tutte le forze politiche sarde. Anzi che si accusi chi prova a richiamare il Governo alle proprie responsabilità di “irresponsabilità” .

  La piena e regolare applicazione del nuovo regime di entrate non è nella disponibilità del Governo nazionale, è legge dello Stato alla quale si deve adempiere. Invitiamo tutta la politica sarda a una difesa decisa e senza tatticismi inutili, che da subito promuova la formale controversia con il Governo inadempiente, sollevando il conflitto di attribuzioni davanti alla Corte costituzionale.

 La Sardegna gode di entrate proprie a cui potrebbe accedere senza lungaggini burocratiche inutili e dispendiose tramite procedure di canalizzazione dei gettiti fiscali che partano da Cagliari, invece che da Roma, con una interpretazione più vera e più utile dell’articolo 9 dello Statuto di Autonomia.”

Luciano Uras

Comments

comments