Collaborazione tra Sardegna e Veneto per favorire il sistema di impresa

    0
    268

    “Prende avvio oggi uno stretto rapporto di collaborazione per favorire un allargamento del sistema degli scambi con reciproci vantaggi in termini di sostegno allo sviluppo. Siamo convinti che nella politica di aiuti alle imprese sarde questa nuova azione sia strategica per attivare un canale privilegiato di dialogo con le imprese venete interessate a realizzare interventi di localizzazione nella nostra isola. Un’opportunità quindi per entrambi, per quanto concerne l’internazionalizzazione e la ricerca”.
    E’ quanto affermato dal vice presidente della Regione e assessore della Programmazione, Giorgio La Spisa, che ha presentato questa sera a Cagliari, assieme all’assessore del Lavoro Antonello Liori e quello l’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Veneto Elena Donazzan, l’avvio dell’accordo di collaborazione in materia di cooperazione interregionale tra le due regioni.

    “La nostra è un’adesione convinta, abbiamo voluto scegliere la Sardegna perché riteniamo che ci siano tanti punti di condivisione – ha sottolineato Elena Donazzan; siamo convinti che sulla transregionalità si possa e si debba credere e investire. Questo accordo porterà a rafforzare le debolezze reciproche rilanciando le imprese attraverso buone pratiche, buone opportunità e buona economia”.

    “Ancor più in questo periodo di difficile situazione economica – ha rimarcato Antonello Liori – questo accordo rappresenta un’importante opportunità che, attraverso uno scambio fruttuoso con il Veneto, potrà favorire la crescita della cultura di impresa e lo sviluppo del tessuto produttivo della nostra isola con notevoli ricadute sulla crescita del lavoro”.

    L’accordo, che avrà durata triennale, ha come oggetto – si legge ne documento sottoscritto – lo sviluppo di un Programma organico di collaborazione tra la Regione Autonoma della Sardegna e la Regione del Veneto, a partire dalle sinergie potenzialmente attivabili tra le due Regioni, per l’avvio di azioni di cooperazione interregionale finalizzate allo sviluppo dei territori di riferimento e a fattive sinergie fra gli stessi.

    La Regione Autonoma della Sardegna e la Regione del Veneto si impegnano a collaborare operativamente per:

    – Sviluppare e promuovere modelli di cooperazione interregionale miranti allo sviluppo dei territori, all’utilizzo sinergico delle risorse messe a disposizione dall’UE e al trasferimento di buone pratiche in un’ottica di benchmark;

    – Promuovere il consolidamento e lo sviluppo dei sistemi produttivi regionali attraverso il sostegno all’implementazione di nuovi mercati e alla realizzazione di nuovi investimenti;

    – Sostenere il potenziamento della capacità produttiva e lo sviluppo dei settori trainanti dei rispettivi sistemi produttivi regionali;

    – Rafforzare e migliorare le competenze delle risorse umane;

    – Sostenere la competitività delle imprese e dei sistemi produttivi locali attraverso il miglioramento del livello di cooperazione tra i sistemi regionali;

    – Consentire il rafforzare dei rispettivi tessuti produttivi regionali in un’ottica di apertura a fattive e propulsive sinergie sul territorio nazionale.

    “E’ necessario il potenziamento delle competenze e degli ambiti del sapere – ha spiegato il direttore del Centro Regionale di Programmazione, Gianluca Cadeddu, e in questa logica è essenziale incentivare il dialogo e la collaborazione tra i principali attori dello sviluppo territoriale”. Concetto ribadito da Sergio Trevisanato, Autorità di Gestione del Por FSE del Veneto: “Il parternariato con la Regione Sardegna va visto nell’ottica di preparare una serie di iniziative da avviare nella futura programmazione dei fondi europei”.

    Comments

    comments