Il Comitato guerrieri di Mont’e Prama rivendica la restituzione di tutte le statue a Cabras

    0
    218

    “Il Sindaco e la Giunta hanno accettato di regalare il patrimonio culturale e identitario di Cabras. La maggior parte delle statue di Mont’e Prama, quelle archeologicamente più rilevanti, saranno divise tra Cagliari e Sassari”. La protesta è del Comitato Guerrieri di Mont’e Prama che lancia una petizione popolare per riportare a Cabras tutte le statue restaurate a Sassari.

    “Solo una piccola parte di questo patrimonio arriverà a Cabras – spiega il Comitato – Sei statue e quattro sculture minori, ma solo quando e se ci sarà un museo in grado di ospitarle e, comunque, dopo il 2013, quindi dopo le prossime elezioni comunali”.

    “Ancora una volta – ha aggiunto il Comitato – si è permesso ad altri di calpestare la dignità di questo territorio e degli abitanti di Cabras. Rifiutiamo questa logica coloniale che piega gli amministratori di Cabras al volere dei padroni della politica regionale. La Provincia di Oristano ha già condannato la decisione di dividere le statue”.

    Comments

    comments