Comparto equino: 924 mila euro per rilancio

0
250

Per evitare l’estinzione del comparto equino, essenza stessa della cultura sarda e importante comparto produttivo che rappresenta diverse migliaia di allevatori, la Giunta regionale, su proposta dell’assessore dell’Agricoltura Andrea Prato, ha approvato un importante provvedimento che prevede uno stanziamento di risorse straordinario. Per il biennio 2011 – 2012, infatti, sono stati stanziati 924mila euro all’agenzia Agris che, attraverso il suo Dipartimento di incremento ippico di Ozieri, (tornato al ruolo guida dell’intero comparto) e in piena condivisione con gli ippodromi sardi, attuerà un piano di rilancio a 360 gradi di tutte le discipline di cui la Sardegna va fiera da oltre 100 anni. Il piano dettagliato sarà discusso a breve, nuovamente a Ozieri, dal gruppo di lavoro definito negli stati generali dello scorso 15 dicembre e presentato nel mese di gennaio agli stati generali riuniti in assemblea.

“A distanza di un anno dall’appello rivoltomi dal mondo allevatoriale per affrontare le criticità del settore – ha detto l’assessore Prato – lo scenario è cambiato in positivo e il comparto equino può adesso proseguire nella strada di un completo rilancio  della filiera che riaffermi la storia, la forte tradizione e la naturale vocazione della Sardegna per l’allevamento del cavallo”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal Commissario dell’Agris, Efisio Floris, che ha sottolineato l’importanza di un provvedimento “che arriva in un momento di crisi dell’Unire e offre una prima risposta concreta alle richieste delle migliaia di allevatori, molti dei quali operano anche nel comparto ovi-caprino rafforzando quella multifunzionalità su cui punta tutto il mondo agropastorale”.

Comments

comments