Contributi a fondo perduto per le donne che desiderano fare impresa

0
402

L’Assessorato regionale del Lavoro ha predisposto il bando per il sostegno e la promozione della creazione d’impresa e il lavoro autonomo per le donne attraverso interventi di supporto alle neo imprenditrici per affrontare le fasi di avvio, di sostegno consulenziale e di accompagnamento alla gestione/organizzazione del lavoro.

In particolare il bando è destinato a:
– donne disoccupate o inoccupate;
– donne occupate con contratti di lavoro atipici

Possono presentare un’idea di impresa persone fisiche, singole o in gruppo, residenti in Sardegna, che abbiano raggiunto la maggiore età alla data di presentazione della domanda.

Le interessate potranno proporre un’idea imprenditoriale innovativa che verrà valutata da un’apposita commissione. I progetti di impresa che saranno ritenuti idonei potranno usufruire di un contributo fino a 50 mila euro a fondo perduto. In caso di progetti di impresa proposti da più di due persone fisiche l’ammontare massimo di contributo per il progetto di impresa è pari a 100.000 euro. In ogni caso, il budget finanziario approvato potrà ricevere, sotto forma di aiuto, un contributo non superiore all’80% del totale. Il restante importo, pari al 20% del totale, sarà a carico delle proponenti.

L’Avviso ha una dotazione finanziaria complessiva di 6 milioni di euro, suddiviso per le 8 provincie (Cagliari 1.898.834,40; Medio Campidano 447.113,10; Carbonia Iglesias 493.358,77; Ogliastra 252.402,56; Nuoro 546.140,82; Oristano 588.243,72; Olbia Tempio Pausania 585.604,62; Sassari 1.188.302,02).

L’intervento è a sportello, pertanto, saranno ammessi al contributo tutti i progetti ritenuti idonei, in ordine cronologico, presentati fino all’esaurimento delle risorse finanziarie assegnate a ciascuna Provincia.

I plichi, con la proposta e la documentazione necessaria, potranno essere spediti a partire dalle ore 10 del giorno 3 ottobre 2011 e dovranno comunque pervenire presso l’Amministrazione entro le ore 12 del giorno 2 novembre 2011.

Consulta i documenti
Consulta il procedimento

Comments

comments