Contributi affitto famiglie indigenti

0
443

Nove milioni e 800mila euro sono stati destinati dalla Giunta regionale su iniziativa dell’assessore dei Lavori pubblici, Sebastiano Sannitu, per contribuire al pagamento dei canoni di affitto delle famiglie indigenti. Il finanziamento è attributo in quote differenti ai Comuni che hanno provveduto a individuare il fabbisogno nel territorio. In totale le richieste comunali arrivate sono 270.

Le famiglie comprese nelle graduatorie dei beneficiari sono 7992, di cui 6668 (83,4 %) nella fascia A e 1324 (16,57 %) nella fascia B. Il limite di reddito della fascia A è di 11.985 euro, pari a due pensioni minime Inps. Per quanto riguarda la fascia B il limite è quello previsto per l’accesso all’edilizia sovvenzionata, pari a 12.943 euro incrementato progressivamente in base al nucleo familiare.

La consistenza del fondo regionale per i contributi affitto, aggiuntivo a quello statale, è progressivamente aumentata, passando dai 2 milioni del 2005 agli attuali 6,6. Questi, sommati ai 2,7 milioni ministeriali e ai 465mila euro di premialità, consentono la disponibilità corrente di 9,8 milioni.

Alle risorse regionali e statali si sommano poi 106mila euro di economie degli anni precedenti, 1,4 milioni di fondi comunali, 726mila euro di premialità regionali ai comuni che stanziano in proprio per un totale di circa 12 milioni. Con questa cifra si è in grado di coprire il 63 % del fabbisogno reale complessivo dei contributi affitto per tutte le famiglie indigenti della Sardegna

Comments

comments