Convegno “Nautica sviluppo del turismo. Turismo motore del Paese”.

0
508

Prende il via a Cagliari l’edizione 2013 del Satec, convention annuale riservata agli associati di UCINA Confindustria Nautica, che si apre oggi alle 10,30 con un convegno aperto al pubblico in programma presso il THotel di Cagliari dal titolo “Nautica sviluppo del turismo.Turismo motore del Paese”, volto ad approfondire le ricadute e le potenzialità del turismo nautico per l’economia e l’occupazione nazionale e locale.

Nell’ambito del convegno verrà presentata una ricerca dell’Osservatorio Nautico Nazionale sul turismo nautico in Sardegna: dall’ottimizzazione delle risorse nautiche sull’isola un aumento della spesa del diportista di oltre 92 milioni di euro, 2.700 nuovi posti di lavoro e un incremento del gettito dell’IVA sulla spesa complessiva dei diportisti e dei ricavi sui posti barca a gestione pubblica di oltre 20 milioni di euro.

Dopo i saluti introduttivi delle autorità del territorio, il prof. Gianmarco Ugolini, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Nautico Nazionale, illustrerà i risultati di una ricerca sul turismo legato alla nautica da diporto in Sardegna.

Tra i dati più interessanti dell’analisi emerge come l’indotto di spesa complessivo del diportista (“spesa per l’ormeggio”, i servizi portuali, la manutenzione dell’unità da diporto, più la “spesa sul territorio”, sia durante il transito, sia nel proprio home port) potrebbe aumentare di oltre 92 milioni di euro, raggiungendo i 350 milioni di euro complessivi, qualora le risorse nautiche della Regione fossero utilizzate al massimo delle proprie potenzialità.

Inoltre lo studio evidenzia come si potrebbero creare oltre 2.700 nuovi posti di lavoro, di cui oltre 2.300 nell’indotto, qualora si arrestasse la fuga delle barche dai porti locali e si riportasse in Sardegna il diportismo stanziale e in transito perso.

La ricerca dell’Osservatorio Nautico Nazionale mostra inoltre come il gettito dell’IVA sulla spesa complessiva del diportista e i ricavi derivanti dai posti barca a gestione pubblica potrebbero aumentare di oltre 20 milioni di euro, arrivando a superare i 78 milioni di euro, nel caso in cui si sviluppasse il turismo nautico sull’isola.

Al termine della presentazione della ricerca è prevista una tavola rotonda, che sarà aperta dal Presidente della Regione Autonoma Sardegna Ugo Cappellacci. Il dibattito affronterà come tematiche principali la definizione di norme ad hoc per il turismo da diporto, le prospettive di sviluppo del settore, i limiti del nuovo assetto del demanio federale e le iniziative di promozione in campo nazionale e internazionale.

Su questi temi si confronteranno, oltre ad Anton Francesco Albertoni – Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Luigi Crisponi, Assessore Turismo, Artigianato e Commercio Regione Autonoma Sardegna, Marco Bruschini – Direttore Promozione ENIT, Matteo Giuliano Caroli, Ordinario Università Luiss Guido Carli, Franco Cuccureddu – Presidente Rete dei Porti della Sardegna, Paola De Micheli – Vicecapogruppo Vicario del PD alla Camera dei Deputati e Piergiorgio Massidda – Presidente Autorità Portuale di Cagliari.

Comments

comments