Deumidificazione – la nuova tecnologia

    0
    236

    La nuova tecnologia di deumidificazione di edifici e strutture murarie
    dryM è un sistema modulare ed elettronico che permette di sanare strutture murarie ed edifici di qualsiasi genere colpiti da umidità e infiltrazioni d’acqua in modo veloce, facile ed efficace in modo tale da ottenere ottimi risultati presto ed a lungo termine a livello economico di investimento e di mantenimento. Per richiedere informazioni sulla nuova tecnologia: https://www.sardegna-media-time.com/contattaci

    Umidità e infiltrazioni d’acqua all’interno di costruzioni edilizie civili e pubbliche, storiche e nuove, beni culturali, creano ogni anno danni fisici alla struttura e danni economici al proprietario di grandissime dimensioni:
    1) il danno fisico alla struttura significa che si sviluppano muffe, batteri, funghi, odori sgradevoli, scrostatura di pittura ed intonaco, spaccature fino ad un danno irreparabile e quindi necessitano di una costosa e lunga fase di ricostruzione. Oltre a ciò si calcolano i danni
    all’arredamento, allestimento e danni ai valori quali libri, tappeti, quadri etc.
    2) il danno economico notevole significa per il proprietario costo di denaro e tempo per far
    risanare, curare e mantenere la sua proprietà.
    Umidità si trova in qualsiasi struttura edificata, già durante la fase di costruzione. Noi stessi per la costruzione edilizia utilizziamo acqua, cemento, sabbia, mattoni, blocchetti e cemento armato.
    Già dalla fase iniziale di costruzione forniamo così l’acqua e sali minerali come “cocktail” che portano nel frattempo per il 99% dei casi ad un danno del genere.
    Durante gli anni si formano all’interno della struttura muraria cristalli di questi “sali Ioni” a questi “cristalli” si accumulano molecole di acqua (H2O) => umidità.
    Il sistema dryM combatte la formazione di questi cristalli tramite una applicazione di energia elettrica (12 Volt & 150 mA) all’interno della struttura muraria colpita e di conseguenza le molecole di acqua =>H2O non trovano più la base giusta per essere ospitate all’interno della struttura e scendono secondo la gravitazione terreste e naturale al di sotto della struttura muraria ed edificio.
    Il risultato è che la struttura muraria torna al suo grado di umidità naturale necessario per tenere l’edificio in buono stato. Un processo elettronico, digitale che è sempre adeguato al giusto grado di umidità.
    Componenti del sistema:
    – Centralino elettronico con una gestione digitale, con la possibilità di interfacce PC e la
    possibilità di un controllo remoto tramite internet.
    – Sensori di segnalazione
    – Sensori per l’invio e diffusione della energia elettrica nei muri dell’edificio
    – Messa a terra
    – Cavi con diametro di 1,5 mm²

    Consumo energetico del sistema:
    – Il sistema dryM ha inizialmente un consumo di energia elettrica di 40 kW, che è equivalente al consumo elettrico di una lampadina di controllo nel pannello di strumentazione di una vettura.
    – Nella seconda fase di mantenimento (dopo ca. 24 mesi) il consumo elettrico del sistema
    scende e si stabilisce ad un valore di 10 kW, quindi 4 volte meno.

    DryM = Eliminazione delle cause di umidità, saline e muffe all’interno della
    struttura muraria e umidità ambienti.
    DryM = Prosciugamento sicuro dell’edificio completo
    DryM = Installazione veloce e senza opere murali
    DryM = Applicabile su qualsiasi materiale di costruzione
    DryM = Nessun danno di corrosione
    DryM = Costante e continuo effetto
    DryM = Nessun uso di sostanze chimiche o nocive
    DryM = Miglioramento del clima dell’ambiente interno
    DryM = Abbassamento del costo di manutenzione
    DryM = Norma Europea

     

     

    Comments

    comments

    SHARE
    Previous articleUmidità casa
    Next articleMonumenti Aperti Oristano