Eurallumina

    0
    284

    "Si può trovare una soluzione ragionevole partendo dalle urgenze come energia e ambiente. Le altre istanze portate all’attenzione della Giunta dall’azienda e dai rappresentanti dei lavoratori, verranno affrontate al tavolo aperto con il Ministero dello Sviluppo Economico e con la presidenza del Consiglio”.   E’ quanto affermato dall’assessore della Programmazione Giorgio La Spisa, che, insieme con l’assessore dell’industria Andreina Farris, hanno affrontato – in sede di Comitato interassessoriale – gli ultimi sviluppi della vertenza Eurallumina, con i vertici della Rusal e i rappresentanti dei lavoratori.
    L’Assessore all’Industria ha ribadito l’importanza del Protocollo d’Intesa firmato nel marzo scorso, con il quale ci si è impegnati ad adottare una serie di misure per uscire dalla crisi. Misure – ha osservato – innovative che non si limitano ad interventi strutturali, ma che accompagnano i lavoratori in un percorso volto a restituire quella dignità che solo il lavoro e la formazione continua possono assicurare.
    L’azienda ha ribadito di ritenere strategica Eurallumina e sottolineato la propria disponibilità a voler riprendere la produzione nel momento in cui la congiuntura economica segnerà una ripresa. “Per il momento – hanno sottolineato i manager – siamo disposti a prorogare la cassa integrazione per il 2010 e a mantenere i lavoratori in formazione”.
    In questi giorni – ha concluso l’assessore La Spisa – si cercherà di venire incontro alle esigenze dei lavoratori e dell’azienda accelerando i tempi per la formazione professionale e si esamineranno le possibilità di dar seguito al memorandum sottoscritto nel marzo 2009 tra Governo, Regione, azienda e sindacati allo scopo di mettere il polo industriale nelle condizioni ottimali per poter riprendere l’attività.

     

    Dal canto suo, l’assessore Farris ha ringraziato i lavoratori per la “forza, coraggio e volontà” dimostrata in questo momento di crisi, sottolineando la valenza strategica del comparto per l’economia del territorio.

    Comments

    comments