A Cagliari il femidom, preservativo femminile, verra’ distribuito gratuitamente

    0
    310

    Il 13 settembre, la Lila Cagliari (Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids) sarà in Piazza Costituzione a Cagliari per far conoscere e distribuire gratuitamente il femidom, preservativo femminile.

    “Il femidom – afferma Brunellla Mocci, Presidente Lila Cagliari – da sempre disponibile presso la nostra sede, deve essere riconosciuto come un importante tassello del contenimento dell’infezione da hiv, promosso dalle istituzioni e dai presidi sanitari. La Lila attraverso le sue sedi ne promuove l’utilizzo da anni oramai, incontrando resistenze anche presso le farmacie che dovrebbero renderlo disponibile. La Lila di Cagliari ha fatto una ricerca presso le farmacie della città e dell’immediato circondario, scoprendo una realtà che in Italia è assai diffusa. E’ ancora un oggetto oltreché introvabile, sconosciuto ai più. Ignorato da ginecologi e consultori femminili, e ancora più rifiutato del preservativo maschile. Di lui non si sa niente, eppure serve ad evitare malattie sessualmente trasmesse, infezione da hiv, e gravidanze indesiderate. Distribuito gratuitamente in molte città europee e negli Stati Uniti ed inserito nei programmi di prevenzione dell’hiv, in Italia viene ancora ignorato”.

    “Oltre il 50% delle donne che vivono con l’hiv oggi in Italia hanno scoperto di avere l’infezione quando erano già in aids – afferma la Presidente di Lila Cagliari – E l’hanno scoperto spesso per una serie di circostanze assolutamente casuali, come una visita o un ricovero per motivi apparentemente banali. Ancora più grave è il dato per i giovani, e quindi anche per le giovani donne, che supera l’80%. Queste sono cifre che devono far riflettere – continua Brunella Mocci – e devono convincerci che gli strumenti a nostra disposizione, di tipo educativo e preventivo, vanno ulteriormente incentivati e promossi in maniera capillare su tutto il territorio nazionale. Un importantissimo strumento a disposizione per limitare l’infezione da hiv è il profilattico, maschile e femminile. Sappiamo quanta difficoltà ancora incontra quello maschile, e conosciamo bene la situazione di quello femminile”.

    “Nel mondo ad oggi il 99% dei preservativi distribuiti sono maschili e solo l’1% femminili, e questo non è accettabile. – conclude la Presidente – Vittima di pregiudizi morali e religiosi, viene negato un importante strumento utile a farsi carico della propria ed altrui salute in maniera responsabile, e senza doverlo richiedere al partner. Per questo sosteniamo il Global Female Condom Day anche in Italia e qui a Cagliari. Vogliamo sensibilizzare le donne sul rispetto della propria salute e della propria libertà sessuale”.

    Comments

    comments