Festival Isola delle Storie di Gavoi

0
740
Festival letterario della Sardegna

Festival letterario della SardegnaGiunto alla settima edizione, il Festival Isola delle Storie di Gavoi, organizzato dalla Associazione Culturale L’Isola delle Storie, si svolge da venerdì 2 a domenica 4 luglio 2010 e vede fra i suoi maggiori sostenitori la Regione Autonoma della Sardegna, il Comune di Gavoi, la Provincia di Nuoro e la Fondazione Banco di Sardegna. Il Festival inaugura giovedì 1 luglio con il concerto dell’attore, regista e musicista Rocco Papaleo e il suo Quartetto.
 I tre giorni di kermesse letteraria si aprono, invece, con i consueti appuntamenti mattutini  che hanno fra gli ospiti Benedetta Tobagi, Nicola Lagioia, Giorgio Vasta e Laura Pugno.

A mezzogiorno, nell’incontro di venerdì 2 luglio, dedicato a Le regole della persuasione, Luigi Manconi si confronta con Maurizio Bettini, Angelo Mellone e con il giornalista tedesco Jörg Bremer, mentre domenica 4 luglio, affronta il tema Pecunia non olet dialogando con Mauro Meggiolaro e Fabio Salviato.

Sabato 3 luglio, alla stessa ora, si discute sulla responsabilità dell’editore con importanti esponenti del mondo dell’editoria italiana quali Ernesto Franco, Antonio Franchini e Lorenzo Fazio introdotti da Alessandra Casella.

Il primo pomeriggio è riservato al reading, momento sempre molto apprezzato dal pubblico che vede come protagonisti Francesco Recami, Massimo Gramellini sul palco con Valentina Fortichiari e Dario Voltolini.

A fare da padrone di casa agli appuntamenti delle ore 17.15, nell’arco dei tre giorni, è Giacomo Papi che dialoga con Tomasz Ró?ycki, uno dei più importanti poeti polacchi della nuova generazione.

Per il ciclo Povera patria alcuni dei protagonisti sono Ernesto Franco, Eugenio Scalfari e Giovanni Floris, mentre, per gli appuntamenti dedicati a Storie di altri luoghi, momenti volti al confronto con scrittori stranieri, i protagonisti sono Mo Yan, il più importante scrittore cinese contemporaneo presentato da Alessandra Lavagnino, lo scrittore tedesco Peter Schneider introdotto da Maria Carmen Morese e lo scrittore americano Eli Gottlieb.

Dopo il grande successo dello scorso anno, si ripete l’appuntamento con il Dopofestival a base di mirto, una sorta di spazio libero che coinvolge ospiti chiamati a sorpresa sul palco.

Da sottolineare gli omaggi che si sono voluti dedicare a tre illustri personaggi del mondo della cultura, recentemente scomparsi, Alda Merini, JD Salinger ed Edoardo Sanguineti, dei quali verranno letti poesie e passi prima di ogni incontro.

La sezione del Festival dedicata ai giovani – curata da Teresa Porcella e gestita dall’Associazione Scioglilibro in collaborazione con il Centro Servizi Bibliotecari della Provincia di Cagliari – si incentra quest’anno sul tema Furbi e sciocchi: un’occasione per ridere e pensare insieme a scrittori, artisti e illustratori di grande livello, ampiamente affermati nel panorama editoriale italiano ed internazionale.

A partire dal grande Roberto Piumini, che presenta il libro L’invenzione di Kuta insieme ad Adriana Paolini e Flavia Cristiano, per proseguire con l’eclettico Gek Tessaro – vincitore del Premio Andersen 2010 e con Alberto Toso Fei, scrittore e artista veneziano di grande capacità evocativa impegnato nei reading pomeridiani.

Da non perdere i laboratori del mattino con illustratori e scrittori di tutto il mondo: Marco Dallari, Petra Probst, Sophie Fatus, Lucia Scuderi, Paola Parazzoli e Maria Grazia Bertarini. Per gli incontri di mezzogiorno due nomi amatissimi dai ragazzi: Pierdomenico Baccalario, e Simone Frasca.

Di "furbate e sciocchezze" si parla anche con Bianca Lazzaro, che fa riflettere e giocare piccoli e grandi su come fare i libri oggi e con Nick Arnold, divulgatore di fama internazionale intervistato dalla scrittrice Giulia Blasi.

Temi importanti e attuali come la Costituzione e la camorra vengono, invece, affrontati nell’incontro con la scrittrice Anna Sarfatti e Raffaele Mantegazza accompagnati da Carla Ida Salviati, e con Pina Varriale e Ornella Della Libera introdotte da Donatella Trotta.

Non poteva mancare Giufà, con uno spettacolo fatto dai ragazzi della scuola media di Gavoi che recitano e suonano sotto la guida di Gianfranco Antuono e Teresa Porcella, mentre domenica accompagnano lo spettacolo itinerante di giocoleria proposto dall’Associazione Fogli Volanti.

Si rinnovano anche gli appuntamenti con lo Spazio cinema, curato dalla Società Umanitaria, e la collaborazione con il MAN – Museo d’Arte di Nuoro presente al Festival con un laboratorio didattico per ragazzi e con la mostra fotografica L’ombra del mare curata da Pierre Borhan e Silvana Turzio che si tiene a Casa Lai nei giorni della manifestazione.

Da segnalare, infine, l’originale mostra Istranzadura, realizzata dalla fotografa Daniela Zedda, che espone a cielo aperto per le vie del paese, le immagini che immortalano i volti delle passate edizioni.

Questi i principali protagonisti della settima edizione del Festival ma non mancheranno novità e sorprese su nuovi ospiti e appuntamenti.

Il programma completo e aggiornato su Facebook: Festival Isola delle Storie di Gavoi

Comments

comments