Sardegna Ricerche e CRS4 al FestivalScienza 2011 di Cagliari

    0
    501

    Nell’ambito del FestivalScienza 2011, che si svolgerà a Cagliari dal 4 al 12 novembre, presso il Centro culturale Exmà, Sardegna Ricerche e il CRS4, il Centro di ricerca del parco tecnologico di Pula, saranno presenti alla manifestazione. Sardegna Ricerche presenzierà alla manifestazione con due laboratori che si alterneranno durante la manifestazione. Il primo, dal titolo: “Alla ricerca del pixel perduto”, si svolgerà dal 5 all’8 novembre ed è curato da ricercatori del CRS4 che collaborano con il Laboratorio Open Media Center del Distretto ICT di Sardegna Ricerche. In questo laboratorio, verrà utilizzato Wonderbook, il libro interattivo che attraverso innovati che tecniche multimediali, si animerà di personaggi che vivranno in tempo reale le loro avventure nel Parco tecnologico di Pula.

    Il secondo laboratorio, dal titolo: “L’energia che si rinnova e non si esaurisce mai”, si svolgerà dal 9 al 12 novembre ed è curato dagli esperti del Cluster Energie Rinnovabili di Sardegna Ricerche, che saranno impegnati in attività dimostrative e divulgative sulle energie rinnovabili e sull’efficienza energetica. Le attività saranno svolte con l’ausilio di kit dimostrativi di varia natura (kit sull’energia solare, kit sull’energia eolica, modellino di casa efficiente ecc.) e i visitatori potranno utilizzare delle bici-generatori in grado di produrre energia. Obiettivo principale del laboratorio è quello di avvicinare gli studenti al mondo delle energie rinnovabili, spiegando loro l’importanza dell’uso consapevole delle risorse.

    Il CRS4, parteciperà alla manifestazione in modo attivo, attraverso dei seminari che tratteranno tematiche sviluppate nel Centro di ricerca di Pula.

    Il primo seminario, “L’evoluzione dei super-computer raccontata da un ricercatore del CRS4”, è in programma il 5 novembre alle ore 9.00. Il relatore, Antonio Maria Cristini, illustrerà come negli ultimi 10 anni molto è cambiato nelle architetture dei calcolatori anche per il fatto che le prestazioni dei computer raddoppiano ogni 18 mesi. A tal proposito, racconterà l’evoluzione di un software dedicato all’industria petrolifera. Il secondo seminario, “Un’esperienza quotidiana ai confini della scienza”, a cura del borsista Gianni Pagnini, si terrà l’8 novembre alle ore 9.00. Verrà mostrato il fenomeno della turbolenza, attraverso la comune esperienza di dispersione degli inquinanti, come il fumo di sigaretta o il calore che sale dall’asfalto.

    Il FestivalScienza, giunto oramai alla quarta edizione e organizzato dal comitato SCIENZAsocietàSCIENZA, ha l’obiettivo di far avvicinare il vasto pubblico alla scienza attraverso conferenze, incontri, laboratori, spettacoli e animazioni, raccontandola in modo semplice e accattivante. Otto giorni di appuntamenti con la fisica, la chimica, le scienze naturali, la matematica, con una ricca varietà di linguaggi e attività per coinvolgere grandi e piccini, scuole e famiglie, ricercatori e semplici cittadini.

    Comments

    comments