Folklore Sardegna

    0
    329

    Folklore Sardegna - Sagra di Sant'EfisioLa cultura tradizionale sarda, come quella di tutte le civiltà insulari, rappresenta un mondo di grande interesse etnografico oltre che di forte richiamo turistico.

    {jathumbnail off}

    Folklore Sardegna - Sagra di Sant'EfisioLa cultura tradizionale sarda, come quella di tutte le civiltà insulari, rappresenta un mondo di grande interesse etnografico oltre che di forte richiamo turistico. Il patrimonio della cultura regionale è nell’isola custodito gelosamente e, negli ultimi vent’anni, le sue espressioni sono state largamente rivalutate e riproposte al pubblico. Le tradizione conserva nella lingua, nei costumi e nel folklore delle feste i suoi aspetti più genuini e rappresentativi. Una consuetudine radicata nella popolazione è il mantenimento dei dialetti (i glottologi parlano di vera e propria lingua sarda). Campidanese, barbaricino, logudorese, sassarese e gallurese: sono questi i grandi gruppi dialettali sardi, cui occorre aggiungere il particolare dialetto di Carloforte e Calasetta (con commistioni liguri) e quello di Alghero, in pratica un perfetto catalano.Il costume sardo, di origine mediterraneo-iberica, presenta un’estrema varietà di esemplari, sopratutto nella versione femminile. Notevoli sono i gioielli tradizionali che arricchiscono la veste muliebre. Per ammirare dal vero il costume sardo, occorre visitare i centri dove ancora è vivo l’uso quotidiano dell’abito tradizionale, e cioè la Barbagia e l’Oristanese. Alcune manifestazioni folkloristiche, come Sant’Efisio, la Cavalcata Sarda e il Redentore, sono incentrate sulla valorizzazione del costume sardo. Le moltissime sagre del folklore isolano costituiscono la migliore occasione per vivere la cultura tradizionale in modo diretto e piacevolmente coinvolgente. Nelle numerose feste patronali, con sfilate in costume, si fondono momenti puramente religiosi e manifestazioni civili. La parte religiosa consiste, in genere, nella processione solenne in onore del santo. A questa si affiancano la vendita di dolci tipici e oggetti di artigianato e la presenza di spettacoli, in genere canti e balli in costume. In molti casi vengono offerti al visitatore piatti tipici del luogo o addirittura si allestiscono, come spesso accade nel centro della Sardegna, veri e propri banchetti in grado di accogliere migliaia di persone.

    Comments

    comments