Inquinamento Porto Torres – E.On pagherà campagna promozionale Sardegna

0
870

"Bonificare l’immagine della Sardegna: la campagna promozionale della Sardegna questa volta la paga E. On". E’ il conto chiesto dalla Regione alla multinazionale dell’energia dopo la marea nera che ha invaso le coste del nord dell’Isola.

Ai microfoni di Videolina (video) , Cappellacci ha confermato che con la multinazionale il discorso sul risarcimento dei danni è già avviato. Il presidente, interpretando anche il pensiero espresso dagli amministratori locali nel confronto avvenuto nella giornata di ieri, ha richiesto a E.On un intervento per il consolidamento dell’immagine turistica delle zone interessate dal fenomeno. "Adesso c’è da riportare questa immagine di bell’ambiente, di belle spiagge pulite, di mare cristallino – ha affermato – Non solo vogliamo che le spiagge e le coste interessate siano dei paradisi, ma anche che appaiano tali a tutti i potenziali turisti".

Sempre nella giornata di ieri, il presidente Cappellacci dopo aver sorvolato la zona in elicottero, nel pomeriggio ha effettuato anche un sopralluogo presso le zone interessate dallo sversamento : "Prendo atto che le operazioni sono in corso, che sono previsti interventi specifici per gli scogli e i ciottolati, che le autorità competenti stanno svolgendo un monitoraggio costante e che presto saranno disponibili i dati sul pescato. Auspichiamo – ha aggiunto – che anche l’esito di tutte queste operazioni ci consenta quanto prima di trasmettere un messaggio pienamente rassicurante alla cittadinanza. Abbiamo chiesto che neanche un granello sfugga a questo intervento".

Al termine del vertice sulla marea nera, svoltosi ieri pomeriggio presso la Prefettura di Sassari, alla presenza dei presidenti Giudici e Sanciu, del Comandante della Capitaneria di Porto, Persenda e dei rappresentanti dell’E. On, Cappellacci ha spiegato che la Regione sta mettendo in campo un’azione coordinata con gli enti locali e tutte le Istituzioni, che si articola su tre piani: bonifiche, immagine turistica e prospettiva industriale". Il coordinamento di queste azioni sarà curato dall’Assessorato al Turismo e dall’agenzia Sardegna Promozione.

Il presidente della Regione, interpretando anche le richieste dei rappresentanti del territorio, ha sottolineato anche la necessità di interventi di prospettiva: "Questo evento deve portare ad un’ulteriore accelerazione della eliminazione dei due gruppi a olio combustibile e della realizzazione del cosiddetto quinto gruppo. Occorre promuovere subito – ha concluso Cappellacci- una riunione al Ministero per lo Sviluppo con i vertici EON per accorciare i tempi di questo processo".

Comments

comments