Interventi contro la dispersione scolastica

0
354

E’ stato prorogato al 30 novembre 2009 il termine per la presentazione dei progetti che, ciascuna istituzione scolastica della Sardegna, potrà proporre all’Assessorato della Pubblica Istruzione per usufruire delle risorse (19.800.000 euro) stanziate dalla Regione Sardegna a sostegno dell’Autonomia organizzativa e didattica per interventi contro la dispersione scolastica.  Lo ha annunciato l’assessore Maria Lucia Baire che, partecipando  a Oristano alla Conferenza di servizio con i dirigenti scolastici di tutte le scuole dell’isola, ha accolto le istanze del mondo della scuola che chiedeva proprio una posticipazione della scadenza prevista inizialmente per il 20 novembre prossimo. “Sono risorse che non devono andare perse”, ha detto l’esponente della Giunta Cappellacci rivolgendosi a una platea di oltre 500 dirigenti, “se vogliamo migliorare non solo l’istruzione e la didattica, ma anche la condizione professionale dei tanti precari della scuola in Sardegna”.  Secondo quanto previsto dalle Linee guida di attuazione della delibera di Giunta dell’8 settembre scorso, i progetti dovranno avere come obiettivo, nel rispetto anche delle indicazioni contenute nell’ordine del giorno approvato il 22 settembre scorso dal Consiglio regionale, l’innalzamento dei livelli di istruzione e formazione dei giovani e, in particolare,  il contrasto dell’abbandono scolastico, il miglioramento dei livelli di apprendimento e delle relazioni con il contesto sociale, la piena integrazione scolastica degli alunni, per rimuovere le cause che ostacolano il successo negli studi, e la promozione di un concreto accordo tra scuola e imprese.

Comments

comments