Monti Sardegna

    0
    252

    montagne_nuoreseL’impatto visivo dei monti della Sardegna è di grande imponenza e vastità, nonostante nell’isola i rilievi siano relativamente poco frequenti e di scarsa entità (solo raramente superano i mille metri).

    {jathumbnail off}montagne_nuoreseL’impatto visivo dei monti della Sardegna è di grande imponenza e vastità, nonostante nell’isola i rilievi siano relativamente poco frequenti e di scarsa entità (solo raramente superano i mille metri).

    Tale sorta di `illusione ottica’ è favorita dalla particolare conformazione dell’orografia, segnata da profonde spaccature e da una suggestione di verticalità e durezza.
     

    {jathumbnail off}monti_gennargentuIl massiccio più imponente e caratteristico è quello del Gennargentu, con Punta La Marmora (m. 1835). A nord-ovest del complesso montano si estende l’ampia regione del Supramonte, ricca di spettacolari fenomeni carsici.

    Qui troviamo infatti la gola di Su Gorroppu, con pareti verticali di oltre 200 metri, la dolina di Tiscali e la vallata carsica di Lanaittu (al cui interno si scorgono i resti di un insediamento nuragico) e le tipiche "codule", profondi solchi scavati nella roccia da acque fluviali. Grotte vere e proprie sono invece quella del Bue Marino, nel golfo di Orosei, in cui le acque esterne si fondono con i laghetti interni in uno scenario indimenticabile. Poco più a nord, segnaliamo Ispinigoli, una delle più grandi grotte d’Italia, con uno sviluppo di oltre 10 chilometri.
    {jathumbnail off}gola_su_gorroppuUn altro gruppo di cavità naturali di grande interesse è quello di Nettuno, a Capo Caccia, nei pressi di Alghero. Eccesso è duplice: dal mare o da terra, percorrendo i 656 gradini della Escala del Cabirol, scavati nella roccia viva. A sud del Gennargentu, in prossimità di Sadali, le grotte di Is Janas, al centro di una fitta foresta di lecci, si sviluppano per oltre 200 metri con ambienti di grande bellezza.
    Nel Sulcis-lglesiente, ai confini meridionali dell’area forestale protetta di Monte Arcosu, a pochi chilometri da Santadi, si possono visitare le grotte di Is Zuddas.

    Comments

    comments

    SHARE
    Previous articleCoste Sardegna
    Next articleParchi Naturali Sardegna