National Institutes of Health – Formazione giovani ricercatori

0
481

Un programma di formazione congiunta e mobilità nella Ricerca. E’ questo il contenuto dell’accordo siglato dal presidente della Regione, Ugo Cappellacci, con il NIH (National Institutes of Health, parte del U.S. Department of Health and Human Services e principale agenzia federale per lo sviluppo e il supporto della ricerca) per la promozione della ricerca congiunta in campo biomedico nei rispettivi settori di eccellenza e per la formazione di giovani ricercatori scientifici: un’iniziativa che aprirà ai giovani sardi la via verso nuovi percorsi di alta specializzazione. Gli allievi beneficiari dell’iniziativa potranno infatti partecipare insieme ai loro colleghi provenienti da altri paesi al Programma di Scambio dei National Institutes of Health in qualità di borsisti ospiti dello stesso istituto. Il programma persegue i seguenti obiettivi:

1. Stabilire un percorso di carriera di lungo termine per ricercatori scientifici non statunitensi con competenze scientifiche di comprovato valore;

2. Istituire collaborazioni scientifiche di lungo termine tra il National Institutes of Health, istituzioni di eccellenza scientifica e istituti di istruzione superiore all’estero;

3. Assicurare la selezione dei migliori studenti non statunitensi affinché ricevano un tutoraggio scientifico di livello presso gli Istituti;

4. Assicurare, al termine del periodo di formazione, un supporto al rientro dei Borsisti nel paese di origine per proseguire la carriera di ricerca e la prosecuzione delle collaborazioni scientifiche, in una prospettiva di lungo termine, con i propri tutor.

La struttura del Programma, della durata di cinque o sei anni, è articolata in due fasi:

Fase I: da due a tre anni dedicati alla formazione post-dottorale e allo sviluppo professionale presso il National Institutes of Health.

Fase II: da due a tre anni dedicati ad attività di ricerca o alla titolarità di una cattedra presso una Università o un istituto di ricerca in Sardegna.

“La Giunta – ha commentato il presidente della Regione, accompagnato a Washington dall’on. Franco Meloni – punta molto sul grande capitale umano costituito dalle nuove generazioni. Per questo promuoviamo percorsi di alta formazione e specializzazione che offrano nuove opportunità di istruzione, di lavoro e di vita ai nostri giovani”. L’accordo prevede un rapporto di stretta cooperazione, comunicazione continua e rispetto delle rispettive procedure di ciascuna Istituzione ed è altresì aperto ad una possibile evoluzione verso più ampie aree di cooperazione per lo sviluppo di collaborazioni di ricerca.

Comments

comments