Nuoro – Master sul turismo

    0
    253

    “La Regione sta realizzando importanti azioni dirette a sostenere l’alta formazione post laurea e questo Master sul turismo si inserisce in un programma che punta alla creazione di un’adeguata cultura manageriale”. Lo ha detto l’assessore regionale del Lavoro e Formazione professionale, Antonello Liori, durante il suo intervento al seminario “Le forme innovative di accoglienza e di ricettività turistica”, svoltosi oggi alla Camera di Commercio di Nuoro.

    L’iniziativa fa parte del Master universitario di I livello per manager dello sviluppo turistico territoriale e della gestione di imprese turistiche, organizzato dall’Assessorato regionale, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, ed in corso di svolgimento, con due edizioni distinte, a Cagliari ed a Sassari. Una terza è prevista per il prossimo anno con sede a Nuoro. “La Sardegna – ha sottolineato l’assessore Liori – ha un’ovvia e naturale vocazione al turismo e l’offerta che la caratterizza è variegata, raggiungendo livelli di eccellenza nell’intero panorama nazionale.

    Ciò nonostante, ha proseguito l’esponente dell’Esecutivo, è faticoso e complesso il rapporto tra il turismo come settore di successo dell’economia sarda ed il sistema territoriale nel suo complesso. Per migliorare queste condizioni è necessario rafforzare il sistema formativo con interventi mirati ad introdurre nel sistema economico isolano figure capaci di connettere il turismo sardo con il sistema territoriale, sia attraverso l’azione all’interno dei soggetti di programmazione e di promozione territoriale, sia attraverso l’azione all’interno delle imprese turistiche sarde”. Il Master, che ripropone un modello sviluppato da circa otto anni nella facoltà di economia dell’Università di Piacenza, prevede anche esperienze di stage in aziende turistiche ed enti pubblici impegnati nella programmazione e promozione turistica. “Un’occasione di confronto del sistema turistico sardo con altri sistemi nazionali e stranieri, che – ha concluso Liori – consente l’incontro degli studenti direttamente con protagonisti ed operatori del turismo nazionale ed internazionale”.

    Comments

    comments