Paolo Rossi al Teatro Massimo e all’Università

    0
    244

    Cosa succede se in cattedra salgono il professor Paolo Rossi e il suo collega Alessandro Bergonzoni? È una stretta forma di collaborazione quella nata tra il Teatro Stabile della Sardegna e la facoltà di Lettere e filosofia dell’università di Cagliari. Attraverso un ciclo di seminari e lezioni di teatro che mirano a far luce su tutto ciò che concorre allo studio, alla preparazione e alla messinscena di uno spettacolo, lo Stabile – parallelamente all’inizio della stagione di prosa 2010-2011 al teatro Massimo e con il supporto dell’assessorato al Turismo della Provincia di Cagliari – ha avviato un percorso formativo per avvicinare gli studenti al linguaggio teatrale.
    Una porta sempre aperta alla curiosità dei giovani che vogliono scoprire il processo creativo e tecnico che conduce alla nascita di uno spettacolo e un importante coinvolgimento diretto che passa tramite il rapporto costante con i protagonisti della scena. È accaduto con Serena Sinigaglia, regista di “Nozze di sangue” di Lorca e con Guido De Monticelli, regista di “Storie a mare!” e direttore artistico dello Stabile. E accadrà ancora.

    Mercoledì primo dicembre sarà la volta del grande Paolo Rossi che alle ore 17 nell’aula magna del corpo aggiunto della facoltà di Lettere e filosofia parlerà a ruota libera con gli studenti, partendo dai temi affrontati durante lo spettacolo “Il Mistero buffo di Dario Fo – nell’umile versione pop” (in scena il 30 novembre alle 21 al teatro Massimo e in replica il giorno dopo alla stessa ora).

    Martedì 7 alle 17 nell’aula magna Motzo a salire in cattedra sarà invece uno dei più originali artisti contemporanei: Alessandro Bergonzoni (sul palco del Massimo il 7 e l’8 alle 21 con il suo nuovo spettacolo “Urge”).

    Le lezioni di teatro proseguiranno il 14 gennaio con Massimiliano Civica (Teatro Stabile dell’Umbria), protagonista sulle scene di “Un sogno nella notte dell’estate”, di Shakespeare, poi l’8 febbraio toccherà a Veronica Cruciani, regista, attrice, drammaturga, tra le più apprezzate figure del teatro di nuova generazione (“Il ballo delle anime”) e il 23 a Marco Martinelli regista e attore dell’”Avaro”, di Molière (per il Teatro delle Albe).

    Ingresso libero per tutti gli appuntamenti.

    Info sul sito www.teatrostabiledellasardegna.it, tel.0706778121-28.
     

    Comments

    comments