Premi Pac: a Ozieri incontro con 1000 pastori. Prato: occorre autonomia nella gestione dei fondi

    0
    294

    Sono quasi mille tra pastori, agricoltori e studenti i partecipanti all’evento di Ozieri che e’ stato aperto da Andrea Prato e dal Vescovo di Ozieri, Sergio Pintor. In primo piano la nuova Politica agricola comune, che per la Sardegna e per altre regioni italiane potrebbe dare nuova linfa a un settore in grave difficolta’ come l’agricoltura. “C’e’ il rischio – ha detto Prato – che per favorire i soliti noti, Roma non si allinei a quanto previsto da Bruxelles sulla nuova Pac del Commissario Ciolos. In ballo ci sono miliardi di euro che fanno gola alle lobby agricole, ma la Sardegna, come altre regioni del Nord e del Sud che da quarant’anni raccolgono solo le briciole, chiedera’ l’autonomia nella gestione dei fondi, che devono essere assegnati, come previsto da Ciolos, in modo equanime.

    Sino ad oggi una pecora lombarda valeva come quattro sarde, da domani il premio dovra’ essere di 300 euro per ettaro in ogni regione. Ma – ha concluso l’ex assessore regionale all’agricoltura – occorre unita’, se perdiamo questa battaglia per i pastori e agricoltori sardi ci saranno le solite briciole: 130 euro ad ettaro”.

    Un appello all’unita’ dei valori e dei diritti per le campagne sarde e’ arrivato anche dal vescovo di Ozieri, Sergio Pintor, che – ha detto – sottoscrivera’ con tutti i vescovi sardi e italiani una carta a tutela dei diritti degli agricoltori del Paese.

    L’ incontro in corso di svolgimento, prosegue ora con gli interventi, tra gli altri, di Angelo Frascarelli, professore della Facoltà di Agraria dell’Università di Perugia ed esperto di politiche agricole e di cooperative del settore.

    Comments

    comments