Premi Pac: studenti e pastori sardi guidano la mobilitazione a Ozieri

    0
    280

    (Ozieri, 8 ottobre 2011). “Dopo anni di privazioni, la nuova Politica Agricola Comune (Pac) vorrebbe assegnare alla Regione Sardegna quasi 300 euro ad ettaro, mentre politici e associazioni italiane ne vorrebbero dare solo 130, perché pressati dai soliti grassi e ricchi agricoltori padani”. È l’allarme lanciato dal presidente dell’Associazione culturale ’I Pratici’, Giovanni Russo, che lunedì 10 ottobre, a 2 giorni dalle risoluzioni previste a Bruxelles, riunirà a Ozieri (SS) oltre mille pastori – oltre a una nutrita partecipazione degli studenti nonostante la mancata sospensione delle lezioni – per fare luce su una vicenda sin qui passata sotto traccia.

    “Questa volta – ha aggiunto Russo – ci sono i margini e le possibilità per influire sulle sorti della nostra terra, rovesciando una volta per tutte la storia di un’agricoltura fatta di figli e figliastri. In ballo ci sono premi per 1,4 miliardi di euro, che fanno gola a tanti. Ma l’agricoltore sardo, così come quello ligure, siciliano, lucano, toscano, trentino, valdostano o abruzzese non è un agricoltore di serie B, la pecora sarda non può valere quattro volte meno di quella lombarda pugliese o calabrese! Per questo – ha aggiunto il presidente dell’Associazione – il 10 ottobre a Ozieri saremo in tanti e determinati a portare avanti le nostre istanze sul territorio nazionale e in Europa. Per Russo, che a Ozieri ha invitato economisti esperti di politica agricola, il momento è cruciale per fare massa critica e difendere i propri diritti dai ‘poteri forti’ dell’agricoltura: “Valutiamo insieme – ha concluso – la strada giusta da percorrere, per una politica agricola comunitaria che pensi alla Sardegna. Tutti i soggetti devono scendere in campo, dagli agricoltori ai pastori alle istituzioni sarde”.

    All’incontro saranno presenti esperti del settore che illustreranno, in anticipo di due giorni rispetto all’apertura dei lavori presso il parlamento europeo, le opzioni della Pac 2014-2020.

    L’obiettivo è informare il mondo sardo delle campagne sulle prospettive della nuovo politica agricola e valutare insieme a tutti gli operatori del settore agro-pastorale le linee più opportune applicabili alla realtà territoriale della Sardegna.

    Diverse le compagini che stanno aderendo all’iniziativa di Ozieri, prevista alle ore 11 alla Fiera di Ozieri: tra queste, la Federazione Regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Regione Sardegna, l’Ordine dei medici veterinari delle provincie di Sassari Olbia/Tempio, l’associazione ASA (Associazione Studenti di Agraria); e l’Associazione AUSF (Associazione Universitaria Studenti Forestali).

    Comments

    comments