Rovine di Nora Sardegna

0
1165
rovine_di_nora

rovine_di_noraUbicate nella costa sudoccidentale dell’isola, a poco meno di 40 chilometri da Cagliari, costituiscono uno dei più affascinanti siti archeologicii dell’isola.

{jathumbnail off}

rovine_di_noraUbicate nella costa sudoccidentale dell’isola, a poco meno di 40 chilometri da Cagliari, costituiscono uno dei più affascinanti siti archeologicii dell’isola.
La città fu importante scalo fenicio, poi centro punico, e successivamente fiorente centro romano. Poco resta del periodo punico, anche se i ricchi corredi delle sepolture testimoniano un’intensa attività mercantile relativa a quell’epoca. Il momento di maggior fulgore è da ascrivere all’età romana, in particolare tra il II e III sec. a.C., epoca cui risale la maggior parte delle strutture oggi visibili (fra cui le terme a mare, la piazza del foro, un tempio e il teatro).Originale e ricca la testimonianza di mosaici, caratterizzatii dall’uso quasi esclusivo dei colori bianco, nero e ocra. Dell’epoca cartaginese segnaliamo il tempio di Tanit, posto su un’altura da cui si domina l’intero complesso urbano.Altre testimonianze fenicio-puniche e romane sono il tempio di Antas nei pressi di Fluminimaggiore (CA), la necropoli fenicia e i resti del ponte romano a S. Antioco (CA), la fortezza e la necropoli di Monte Sirai a Carbonia (CA), le terme romane di Traiano a Fordongianus (CA), oltre all’anfiteatro e agli altri resti romani presenti nell’abitato di Cagliari.

Comments

comments

SHARE
Previous articleScavi di Tharros Sardegna
Next articleArte Sardegna