Sa Die de sa Sardigna – Programma manifestazioni

    0
    290

    Sa Die de sa Sardigna riparte, anche nel 2012. L’assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo, Sport Sergio Milia ha illustrato il programma delle manifestazioni per la nuova edizione della giornata celebrativa dell’identità del popolo sardo.

    Feste popolari a Cagliari e a Sassari, iniziative per le scuole, valorizzazione della lingua sarda, rinnovato interesse per il progetto Sardegna Digitale, coinvolgimento dei circoli degli emigrati. Questi i temi toccati durante l’illustrazione alla stampa delle manifestazioni previste dal 24 aprile al 4 maggio.

    “La Regione crede ancora al progetto della realizzazione della sua festa nazionale quale momento di identificazione collettiva dei sardi al di là delle ovvie differenze culturali, di opinione, di schieramento e di estrazione. Facciamo di questo momento – ha detto l’assessore Milia – un momento di unità”.

    Grande importanza è stata data alla celebrazione degli avvenimenti al coinvolgimento delle associazioni culturali e delle amministrazioni comunali che hanno ricevuto anche dei piccoli, ma significativi, sostegni finanziari per organizzare delle iniziative qualificanti. “Da un punto vista culturale e tecnico è positivo che la Regione valorizzi la giornata nazionale del popolo sardo – ha detto Giuseppe Corongiu, dirigente regionale della Direzione dei Beni Culturali – e anche che si punti sulla comunicazione in lingua sarda quale strumento di veicolarità delle tematiche identitarie”.

    L’assessore Milia, ribadendo il contenuto educativo del messaggio della giornata in memoria della cacciata dei piemontesi, ha colto l’occasione della presentazione per riferire che il Progetto Scuola Digitale, che ha disposizione fondi per 120 milioni, ha avuto il plauso del Ministero dell’Istruzione il quale ha deciso di farne un progetto pilota per tutto il territorio statale. I contenuti digitali di tale programma saranno proposti alle istituzioni scolastiche in tre lingue: inglese, italiano e sardo. “ Per noi – ha detto ancora Milia – è un’importante occasione per cercare di rilanciare, nei limiti del bilancio e del momento di grave crisi economica che stiamo attraversando, una manifestazione che, al di là di ogni intento celebrativo, ci ricorda il valore e la forza di essere un vero popolo. Questa festa deve stimolare un momento di riflessione e autocoscienza per la nostra comunità isolana”.

    Questo il calendario delle manifestazioni predisposto in collaborazione con l’associazione “Premio Ozieri di letteratura sarda” e la Società “Free Sound” di Selargius

    CAGLIARI

    24 aprile ore 10,00
    Auditorium del Conservatorio Statale di Musica “G.P. da Palestrina” – percorso narrativo-musicale dal titolo “Cantende e sonende s’istoria de is Sardus” con l’Orchestra e il Coro del Conservatorio di Cagliari, i gruppi cameristici del Conservatorio di Sassari e il coinvolgimento degli Istituti scolastici del territorio. A cura dell’Associazione “Premio Ozieri di Letteratura Sarda”

    27 aprile ore 10,30
    Biblioteca regionale – Cerimonia celebrativa con la partecipazione del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna, Ugo Cappellacci, dell’Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, Sergio Milia, del Presidente dell’VIII Commissione Consiliare, Carlo Sanjust e dei membri dell’Osservatorio Regionale per la Cultura e la Lingua sarda. A cura dell’Associazione “Premio Ozieri di Letteratura Sarda”

    28 aprile ore 10,30
    Biblioteca regionale – Seminario dal titolo “Bilinguismo dei bambini”. A cura dell’Associazione “Premio Ozieri di Letteratura Sarda”

    28 aprile ore 21,00
    Piazza del Carmine – festa popolare con concerto, in cui si esibiranno gruppi musicali e/o solisti che rappresentino il mondo musicale della Sardegna nelle sue differenti espressioni artistiche. A cura della Società Free Sound sas di Selargius.
    Si esibiranno:
    Sòlkinos, Coro Sant’Efisio, Janas, Andrea Pisu e Giancarlo Seu, Isola Song, Ambra Pintore, Antonio Scalas con organetto diatonico per balli sardi destinati al pubblico

    SASSARI

    28 aprile ore 10,00
    Teatro Verdi – percorso narrativo-musicale “Limba sarda in Musica” con Anna Tifu, Roberto Piana, in collaborazione con i Conservatori di Musica di Sassari e di Cagliari, le scuole civiche di musica e il coinvolgimento degli Istituti scolastici del territorio. A cura dell’Associazione “Premio Ozieri di Letteratura Sarda”

    28 aprile ore 11,00
    Ozieri – Concerto itinerante nelle piazze del centro storico con cori e gruppi folcloristici. A cura dell’Associazione “Premio Ozieri di Letteratura Sarda”

    28 aprile ore 17,00
    Ippodromo di Ozieri-Chilivani – Concerto di cori polifonici (canto a tenore, canto a cuncordu e/o cori a 4 voci), poetas a bolu, cantadores a chiterra, gruppi di ballo, solisti e gruppi musicali. A cura dell’Associazione “Premio Ozieri di Letteratura Sarda”
    Si esibiranno:
    Coro Sos de Santu Matteu, Coro Donu Reale, Coro Carrales, Coro di Florinas, Coro Gusana, Coro Femminile Eufonìa, Coro Antoninu Paba, Coro di Iglesias, Coro di Ittireddu, Coro Lachesos, Coro di Nulvi, Coro Su Nugoresu, Coro Monte Gonare, Coro Boghes Noas, Coro di Ozieri, Coro Santu Nigola, Coro di Pozzomaggiore, Coro de Piaghe, Coro Amici del Canto Sardo, Coro di Uri, Coro del Logudoro, Coro dell’Università, Coro Santu Sabustianu, Tenore Mialinu Pira, Coro di Neoneli, Coro Gabriel, Su Consonu Tiesinu, Gruppo folk San Pietro, Gruppo folk Ittiri Cannedu, Gruppo folk A Manu Tenta, Gruppo folk Sant’Isidoro, Orchestra popolare sarda di O. Mascia, N. Manca, E. Bazzoni, G. Denanni, Gruppo Lu Monti, Menhir, Istentales, Gianmario Virdis, Maria Giovanna Cherchi

    NUORO

    27/28 aprile
    ISRE (Istituto Superiore Etnografico della Sardegna) via Mereu 56 – Convegno dal titolo “La Cultura in Sardegna, stato dell’arte: Antropologia, Letteratura, Festival”. A cura dell’ISRE

    ORISTANO

    27/28 aprile
    ISTAR (Istituto Storico Arborense) via Sant’Antonio C/O Hospitalis Sancti Antoni – Incontro dal titolo “Letture dalla Carta de Logu”. A cura dell’ISTAR

    4 maggio
    ISTAR- Comune di Oristano
    Hospitalis Sancti Antoni h. 18.00
    Ai tempi di Eleonora.
    Letture e musiche dal mondo della Carta de Logu.
    Giustizia e giustiziati. Clara Murtas – Giacomo Baroffio – Eun Ju Kim. Introduce Giampaolo Mele
    Manifestazioni celebrative, laboratori, seminari e attività teatrali, finanziate nell’ambito della L.R. 44/93, a cura:
    dei Comuni di Ardara, Badesi, Bono, Dorgali, Furtei, Gavoi, Laconi, Mamoiada, Neoneli, Ottana, Santu Lussurgiu, Sedilo, Serri, Sestu, Siniscola, Siurgus Donigala, Tonara, Tortolì, l’Unione dei Comuni del Logudoro e Villaspeciosa e delle Direzioni Didattiche di Iglesias e di Villacidro, degli Istituti comprensivi di Cagliari “Via Stoccolma”, Barumini, Elmas, Sarroch, Serrenti, Serramanna, Thiesi, Tonara, Istituto Tecnico Commerciale di Monserrato, Istituto tecnico “L. Oggiano” di Siniscola, Conservatorio di Musica “G.Pierluigi da Palestrina di Cagliari, Istituto scolastico superiore paritario “Kennedy” di Sassari, Istituto paritario “Pitagora” di Sassari.

    Comments

    comments