Sanità penitenziaria: istituito osservatorio per riferire sulle problematiche degli istituti penitenziari

    0
    542

    Si è insediato nei giorni scorsi a Cagliari l’Osservatorio regionale per la sanità penitenziaria, in seguito al decreto firmato dall’assessore della Sanità, Simona De Francisci. L’organismo, che sarà presieduto da Mario Bandel, dirigente amministrativo della Asl 8, avrà il compito di riferire sulle problematiche negli istituti penitenziari della Sardegna e di fornire elementi utili per migliorare l’assistenza sanitaria ai detenuti e a minorenni sottoposti a procedimento penale.

    “L’insediamento dell’Osservatorio – spiega l’assessore De Francisci – arriva dopo l’approvazione, lo scorso aprile, delle Linee guida e si inquadra nei diversi provvedimenti che la Regione sta portando avanti in materia di sanità penitenziaria per garantire una sanità di qualità anche ai nostri detenuti”.

    L’osservatorio supporta inoltre l’Assessorato con compiti di coordinamento e di omogeneizzazione delle modalità operative per l’organizzazione del servizio di assistenza e in questa prima fase deve valutare i progetti aziendali in materia di sanità penitenziaria per porre a regime il sistema. Oltre che dal presidente, dell’Osservatorio fanno parte direttore e altri funzionari del Servizio dell’assistenza ospedaliera e territoriale dell’Assessorato, il rappresentante del Provveditorato regionale della Sardegna del Ministero della Giustizia; il presidente, o facente funzioni, del Tribunale di sorveglianza di Cagliari o un suo delegato; il rappresentante del Centro per la giustizia minorile; un medico esperto di assistenza sanitaria in ambito penitenziario; rappresentanti di varie Asl. I lavori dell’organismo sono stati calendarizzati settimanalmente e tra i prossimi argomenti da affrontare vi è la definizione degli indicatori per monitorare i progetti sul passaggio dallo Stato alla Regione di beni, locali e del personale in transito.

    Comments

    comments