Turismo – Tassa sbarco Porto Torres. Crisponi:”Invito alla riflessione”

    0
    257

    “Esprimo perplessità sulla proposta di istituire una tassa di sbarco su Porto Torres, l’imposta arriva, per altro, in un momento sbagliato”. È il commento dell’assessore regionale del Turismo, Luigi Crisponi, sulla possibilità di far versare ai non residenti che sbarcano nel porto della città un’imposta di 1 euro e 50, proposta che sarà formalizzata in Consiglio comunale nei prossimi giorni.

    “Pur comprendendo bene le ragioni che inducono le amministrazioni locali – prosegue l’assessore Crisponi – a studiare simili misure e la strenua ricerca da parte dei comuni di risorse per l’accoglienza, sono del parere che prima bisogna dotarsi di servizi e di moderne infrastrutture per accogliere i turisti, e non il contrario. Un’ulteriore imposta cagionerebbe un danno alla competitività del polo portuale e lancerebbe un messaggio negativo, che striderebbe con le attese dell’utenza, già colpita da un periodo di grave crisi economica, nel quale i consumatori stanno riducendo le spese per viaggi e vacanze”.

    “Da tre anni – spiega Crisponi – tutti gli operatori del settore turistico stanno affrontando con spirito e coraggio le difficoltà, fiaccati dalla grave crisi economica. Un nuovo balzello, a carico dei consumatori, sarebbe deleterio anche per loro. A suo tempo abbiamo espresso il nostro secco no alla tassa di soggiorno e a quella sul turismo nautico e, andando indietro negli anni, abbiamo combattuto la tassa sul lusso, ora auspichiamo – conclude l’esponente della Giunta regionale – un’attenta riflessione sull’introduzione di una simile e inattesa misura”

    Comments

    comments