Tessera sanitaria con funzionalità di Carta nazionale dei servizi

0
1192
tessera sanitaria

tessera sanitariaLa Regione stipulerà una convenzione col Ministero dell’Economia per cui potrà stampare in Sardegna la tessera sanitaria con funzionalità di Carta nazionale dei servizi (TS – CNS). È quanto approvato oggi dalla Giunta, su proposta degli Assessorati degli Affari generali, Ketty Corona, e della Sanità, Antonello Liori, con una delibera, che rappresenta un ulteriore passo avanti nei progetti di e – government e, in particolare, di quelli di sanità elettronica, che mirano a migliorare la fruizione dei servizi erogati dall’Amministrazione regionale.
“Per l’inizio del prossimo anno – ha affermato l’Assessore Corona – è prevista la remissione delle Tessere sanitarie in scadenza per i residenti in Sardegna: in sostituzione verrà emessa una tessera più evoluta, una carta nazionale dei servizi che ingloba le funzionalità della tessera sanitaria.

Attualmente la tessera sanitaria del cittadino ha fini puramente identificativi, tramite il progetto TS – CNS, assocerà ad essi le funzionalità della Carta nazionale dei servizi. Attraverso l’applicazione di un microprocessore, infatti, potranno essere erogati dall’Amministrazione regionale tutti i servizi sviluppati oggi dalla carta nazionale dei servizi, e anche tutti quelli che saranno implementati in futuro e potranno essere caricati sulla tessera”.

In ambito regionale la CNS permetterà la compilazione online di istanze e documentazioni varie da presentare alla Pubblica Amministrazione (dichiarazioni ICI e TARSU, per esempio), domande di finanziamento e contributi, di partecipazione a concorsi, richieste di certificati (grazie ai progetti Comunas e Timbro digitale), iscrizioni e pagelle scolastiche e comunicazioni scuola – famiglia (tramite il progetto Scuola digitale).

“Si tratta – ha sottolineato l’Assessore della Sanità, Antonello Liori – di un consistente investimento che permetterà alla Regione di conseguire un importante risultato. Attraverso la semplificazione nell’esercizio del diritto alla salute in ogni momento del percorso socio sanitario, con la tessera sanitaria i cittadini si avvantaggeranno, tra le altre cose, dell’alleggerimento dell’onere documentale, la personalizzazione delle cure e la riduzione dell’errore umano. Uno strumento per rendere pienamente accessibili e utilizzabili, in modo semplice e diretto, i servizi on line”. Come, per esempio, il Fascicolo sanitario elettronico (FSE), la scelta e revoca del medico di base, la prenotazione delle visite mediche, l’esenzione dal ticket e la gestione del consenso al trattamento dei dati sanitari.

 

La Regione attuerà il progetto TS – CNS in sintonia col piano di e – government 2012 del ministero della Pubblica Amministrazione, secondo le disposizioni del quale è opportuno che le nuove tessere sanitarie contengano anche la funzionalità di Carta nazionale dei servizi. L’Amministrazione si farà carico, invece, dei costi del microprocessore e del certificato di autenticazione. L’intervento, per il quale si utilizzeranno fondi POR FESR 2007-2013, è stimato in circa 9 milioni di euro.

La convenzione con il Ministero dell’Economia sarà stipulata dal Direttore degli Affari generali, che sarà il responsabile dell’attuazione del progetto e opererà, di concerto con la Direzione generale della Sanità, mediante una cabina di regia, istituita con il compito di avviare e coordinare l’intero percorso operativo, dalla progettazione alla completa realizzazione.

Comments

comments