Turismo – Corner artigianato in strutture ricettive

0
589

Estensione a grandi imprese e strutture ricettive a 3 stelle, uniformità e riconoscibilità nell’allestimento delle vetrine, aumento della percentuale del contributo regionale. Sono le modifiche principali introdotte dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore del Turismo, Artigianato e Commercio Luigi Crisponi, alle direttive del bando ‘Incentivi per la realizzazione di postazioni per la promozione di prodotti espressione dell’identità locale’, che metterà a disposizione un milione e 850 mila euro (a valere sulla linea 4.2.4.a del PO FESR 2007/13) per la valorizzazione delle eccellenze dell’artigianato artistico sardo.

Possono presentare domanda di contributo le aziende ricettive classificate 3, 4 e 5 stelle ai sensi dalla l.r. 22/1984 (alberghi, villaggi albergo, alberghi diffusi, alberghi residenziali) e società che gestiscono aeroporti aperti al traffico civile o che gestiscono porti e porti turistici. Le risorse contribuiranno alla realizzazione e installazione (secondo un modello fornito dall’assessorato del Turismo) di corner o vetrine (fisiche o virtuali), da porre all’interno dell’azienda e da destinare all’esposizione di produzioni e opere di elevato pregio ispirate alle tradizioni sarde, senza alcun fine di commercializzazione.

SINERGIA TURISMO–ARTIGIANATO. “L’intervento rappresenta un’occasione di promozione delle peculiarità locali di cui beneficerà l’intero territorio sardo – afferma l’assessore Crisponi –  È un’iniziativa volta a creare sinergia tra comparto turistico e quello dell’artigianato e che mette in luce una Sardegna autentica che crea sviluppo economico riscoprendo, nel contempo, le sue tradizioni identitarie e secolari. Ritenendo condivisibili le istanze dagli operatori – aggiunge l’esponente della Giunta regionale – abbiamo deciso di ottimizzare l’efficacia dell’intervento con un maggiore coinvolgimento di potenziali aderenti al bando, che consentirà un contestuale effetto moltiplicatore dell’efficacia promozionale di corner e vetrine”.

MODIFICHE DIRETTIVE. In dettaglio, le modifiche alle direttive, in gran parte rivolte a un maggiore coinvolgimento delle imprese, sono: estensione a porti, aeroporti e strutture ricettive classificate a 3 stelle della possibilità di contributo (prima era riservato a strutture a 4 e 5 stelle); l’aumento dall’80 al 90% del limite del contributo in conto capitale nella forma di ‘de minimis’, con conseguente riduzione dal 20% al 10% dell’apporto finanziario da parte dei beneficiari; definizione del massimale di contributo (20 mila euro); selezione delle categorie merceologiche rappresentative dei prodotti da inserire nei corner (ceramiche, gioielli, tessuti, legno, metalli lavorati e intreccio); mentre, per garantire uniformità e riconoscibilità delle vetrine, nonché un elevato standard qualitativo, il progetto dei corner espositivi verrà fornito dalla Regione.

VETRINA VIRTUALE. Contestualmente, secondo un percorso condiviso con le associazioni di categoria, verrà realizzata una vetrina virtuale che potrà essere utilizzata prioritariamente da parte dei beneficiari per la scelta degli oggetti da esporre e che conterrà immagini e caratteristiche dei prodotti, processo produttivo, tecnica di realizzazione e descrizione dell’autore. La vetrina sarà inserita nei portali web della Regione e, in seguito, implementata e trasferita in applicazioni multimediali. Mediante apposita manifestazione di interesse, saranno selezionati gli artigiani disponibili a esporre: quelli aderenti dovranno essere iscritti negli appositi albi e avere sede operativa nell’Isola. Nell’ottica di sinergia tra progetti regionali, l’iniziativa si integrerà a ‘Saperi tradizionali’, progetto gestito dal servizio Affari internazionali della Presidenza: le due iniziative contigue avranno un percorso comune nel rispetto di rispettivi obiettivi e nell’ottica di ottimizzazione delle risorse

Comments

comments