Turismo – Crisponi: “Prendiamo atto dei suggerimenti della Confesercenti e li condividiamo ampiamente”

    0
    214

    “Prendiamo atto dei suggerimenti della Confesercenti, e naturalmente li condividiamo ampiamente, soprattutto per il semplice motivo che sono confermativi delle strategie dell’assessorato così come siamo d’accordo su ogni proposta utile che vada verso il rafforzamento del comparto turistico”. Lo ha affermato l’assessore regionale del Turismo, Luigi Crisponi, che ha così commentato l’analisi della stagione turistica compiuta questa mattina a Cagliari dalla Confesercenti regionale. In particolare – ha aggiunto Crisponi – andiamo ripetendo da mesi che non vi potrà essere rilancio e ripartenza del turismo senza trasporti marittimi efficienti con tariffe equilibrate.

    Al momento, la soluzione Saremar ha rappresentato un laboratorio di qualità. Il suo potenziamento può dare solo benefici alla Sardegna. Per quanto riguarda la tourist card – ha proseguito l’assessore regionale – anticipo l’informazione, (che avremmo dato nel corso del Workshop di Alghero) della futura attivazione della “Sardinia Card” sulla quale l’Assessorato sta già lavorando da tempo, nell’intenzione di mettere a disposizione dei turisti un vero e proprio “pass” ricco di servizi, sconti nelle attività convenzionate, nei musei e nei siti archeologici e nell’acquisto di prodotti tipici.

    Condivido peraltro la preoccupazione riguardo alla formazione professionale. Nel campo dell’alta formazione unitamente all’Assessorato del lavoro – ha spiegato Crisponi – abbiamo già attivato due corsi post laurea a Cagliari e Sassari e il terzo è in dirittura d’arrivo e partirà a breve a Nuoro. Riguardo alla formazione ordinaria confidiamo nella efficiente operatività delle stesse Associazioni di categoria che dispongono in proposito di vari strumenti che vanno dagli Enti bilaterali del Turismo,ai Fondi di comparto (es. fondo For.te), ai Cat.

    A queste corrette linee – prosegue l’esponente dell’esecutivo Cappellacci – aggiungo la necessità di ringiovanire le strutture ricettive e di servizi che troveranno nei Pia Turismo, deliberati ieri dalla Giunta regionale, fondi pari a 18 milioni di Euro, consentendo di riacquistare parte di una competitività smarrita e quella qualità che forse iniziava ad essere carente. Aggiungo inoltre la necessità di un potenziamento definitivo del pilastro dei nostri prodotti turistici che è quello balneare, e degli altri prodotti destinazione che segneranno l’azione forte dell’assessorato: Turismo attivo e sportivo (trekking, biking, climbing ecc.), Turismo congressuale, Turismo religioso e dello spirito.

    Le cause che hanno determinato l’andamento negativo della stagione, la più tormentata dell’ultimo decennio, ossia il caro traghetti, la disastrosa crisi economica mondiale, e la nuova competitività imprenditoriale, sono quelle che da tempo – conclude Crisponi – sono state indicate anche dal sottoscritto e dalla Giunta. Abbiamo affrontato le contingenze con una vera politica dell’efficienza, rapida ed energica. Non ci siamo fatti trovare impreparati, e l’impegno della Giunta si svilupperà sia contro i soprusi degli armatori privati sia contro le ‘risacche’ interne alla stessa Sardegna, che nonostante tutto, assicuro, non depotenzieranno la forte azione reclamata dagli operatori”.

    Comments

    comments