Zona franca Sardegna – Commissione UE conferma legittimità

    0
    182

    Il codice doganale può essere modificato per l’istituzione della zona franca della Sardegna e la Commissione Europea non porrà alcun ostacolo.

    Occorre la comunicazione da parte dello Stato nazionale.

    Durante il confronto svolto stamane a Roma presso la sede della Commissione Europea, tra il presidente Cappellacci, il vicepresidente della Commissione Tajani e i rappresentanti dei movimenti Francesco Scifo, Maria Rosaria Randaccio e Andrea Impera è stata ribadita l’idoneità e la legittimità del percorso avviato dalla Regione a raggiungere l’obiettivo della zona franca della Sardegna.

    “Abbiamo ricevuto la conferma – ha dichiarato il presidente Cappellacci al termine dell’incontro, al quale ha partecipato anche l’onorevole Salvatore Cicu – che ora è lo Stato, al quale ci siamo già rivolti e con il quale abbiamo aperto un confronto sulla questione, a doversi pronunciare affinché L’Unione Europea possa compiere i passi conseguenti. Ribadiamo con determinazione – ha aggiunto Cappellacci – la nostra linea, che oggi risulta confermata e rinforzata. La zona franca – ha concluso il presidente della Regione – è una giusta compensazione degli svantaggi derivanti dalla condizione oggettiva di insularità, uno strumento che può portare dare slancio ad un’economia provata dalla crisi economica e da decenni di scelte miopi, e portare nuova impresa e nuova occupazione nella nostra isola”.

    Comments

    comments